Silvio Berlusconi Han Li
Silvio Berlusconi e Han Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Cresce l’attesa per la cessione del Milan ai cinesi. Il trentennio berlusconiano è ormai agli sgoccioli e i cinesi sono praticamente certi di subentrare. Le certezze sulla riuscita dell’affare, fino a ieri, si sprecavano. Oggi invece pare siano venute a galla clamorose indiscrezioni vicine all’ambiente rossonero che potrebbero mettere in dubbio la puntualità del closing.

Il giornalista Luca Pagni, tramite Repubblica.it, ha fatto il punto su questo mistero sempre più irritante per i tifosi milanisti. Pare che i problemi che potrebbero far slittare tutto sarebbero sostanzialmente due: anzitutto l’ormai nota volontà da parte di Yonghong Li di chiedere una rateizzazione dei 320 milioni di euro che restano da versare a Fininvest. L’altro intoppo sarebbe legato al ruolo di Silvio Berlusconi. Quest’ultimo non sembra ancora essersi rassegnato del tutto all’idea di abbandonare il Milan e chiederebbe maggiore peso sulle scelte tecniche, non limitandosi alla carica di presidente onorario offertagli. Quest’ultima voce era già emersa settimane fa, ma non aveva avuto più riscontri prima di oggi.

La situazione si fa dunque sempre più intricata e a tre giorni dalla data ufficiale fissata per l’assemblea dei soci, i problemi sembrano essere più gravi del previsto. Da una parte Fininvest non sarebbe affatto felice dell’idea di Sino-Europe Sports di rateizzare i restanti milioni, dall’altra Berlusconi starebbe continuando ad opporre resistenza. Vedremo se queste indiscrezioni rivelate sin qui troveranno riscontri ufficiali nel prossimo futuro. Ancora una volta: non resta altro che aspettare…

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it