Silvio Berlusconi Han Li
Silvio Berlusconi e Han Li (Photo by Xh Sports)

MILAN NEWS – Sembrava tutto fatto per il closing della cessione del Milan da Fininvest al fondo Sino-Europe Sports. Erano già stati fissati l’appuntamento dal notaio, l’assemblea dei soci, la conferenza stampa della nuova proprietà ed erano stati prenotati i voli dalla Cina di una dozzina di giornalisti. Inoltre, era già previsto per sabato pomeriggio un incontro tra gli acquirenti cinesi e il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Tutti aspetti sottolineati da Luca Pagni su Repubblica.it. Il giornalista conferma che per la cessione del Milan servirà attendere circa un mese e che il rinvio del closing è dovuto una precisa ragione di carattere finanziario: all’appello mancano ancora 170 milioni, rispetto ai 420 milioni che dovevano essere consegnati alla firma del contratto. Secondo fonti vicine a Sino-Europe Sports, i soldi sono già stati raccolti, ma in Cina non sono state concesse le autorizzazioni per l’espatrio.

Yonghong Li e Han Li, figure di spicco di SES, hanno dovuto raccogliere fondi da istituzioni finanziari che disponevano di capitali “off shore”. Ma all’ultimo momento chi doveva garantire l’ultima tranche da 170 milioni ha avvisato che non avrebbe fatto in tempo e ha chiesto due settimane di tempo. Nello specifico si tratterebbe di due investitori coinvolti nell’operazione. Inevitabile la richiesta di proroga, sui cui i legali delle parti stanno discutendo in queste ore.

 

Redazione MilanLive.it