Home Non Solo Milan Ex Milan, ipotesi Torino per il futuro di El Shaarawy

Ex Milan, ipotesi Torino per il futuro di El Shaarawy

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy (©Getty Images)

Stephan El Shaarawy sembrava poter essere un rimpianto quando il Milan lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto alla Roma nel gennaio 2016. Nei suoi primi mesi in giallorosso, infatti, il Faraone ha segnato 8 gol in 18 presenze aiutando la squadra di Luciano Spalletti a qualificarsi per il playoff di Champions League.

Si parlava della rinascita del talento italo-egiziano e il club giallorosso non esitò nel riscattare per 13 milioni di euro il suo cartellino. Sembrava che El Shaarawy fosse pronto per imporsi definitivamente e, invece, in questa stagione non ha trovato la continuità di rendimento necessaria. Il bottino realizzativo non è pessimo (7 reti in 35 partite), però Spalletti non lo ha considerato mai un intoccabile. E’ partito titolare 21 volte, però spesso è capitato in situazioni di turnover o di assenza di qualche compagno.

In estate la Roma potrebbe decidere di vendere il Faraone. Stando a quanto rivelato oggi da La Stampa, sulle tracce dell’esterno offensivo ex Milan ci sarebbe il Torino. Il club granata ha ottimi rapporti con quello capitolino, come testimoniato da alcuni recenti affari di calciomercato (Leandro Castan, Iago Falque e Adem Ljajic), e sarebbe interessato a ingaggiare il 24enne nato a Savona. Sinisa Mihajlovic potrebbe rilanciarlo in un ambiente più tranquillo e con meno pressioni rispetto a Roma.

Per Urbano Cairo non si tratterebbe di un’operazione facile, considerando il prezzo del cartellino (10-12 milioni) e l’ingaggio (2,5 milioni). Però le eventuali cessioni di Andrea Belotti, valutato oltre 70 milioni, e di Ljajic (8) potrebbe consentire di incassare la somma necessaria per poi fare delle interessanti operazioni in entrata. L’arrivo di El Shaarawy può essere tra queste, anche se il calciatore cercherà di dare il massimo in questi mesi a Roma e poi valuterà assieme alla dirigenza giallorossa. Il Torino intanto monitora la situazione e poi deciderà in sede di calciomercato.

 

Redazione MilanLive.it