Manuel Pasqual
Manuel Pasqual (©Getty Images)

MILAN NEWS – Oggi il Milan si ritroverà di fronte all’Empoli, squadra a caccia di punti salvezza e proveniente da una splendida vittoria con la Fiorentina. Nelle file empolesi ci sarà spazio anche per Manuel Pasqual, terzino che conosce molto bene il tecnico rossonero Vincenzo Montella.

Il terzino classe ’82, che in estate ha lasciato Firenze dopo ben undici anni di matrimonio, è stato interpellato dalla Gazzetta dello Sport per parlare proprio della sfida odierna, ma soprattutto delle qualità di Montella come allenatore e gestore: “Caro Mister, tieni su il gruppo come facevi con noi! A Firenze, dentro lo spogliatoio, il clima era disteso e di entusiasmo. Così, e parlo in generale, puoi colmare la differenza tecnica con le altre. Occhio però, vale per tutti. Anche noi arriviamo belli carichi da un derby. La vittoria sulla Fiorentina ha dato convinzione e a San Siro vogliamo tentare un altro sgambetto a una grande”.

Pasqual ha poi rivelato alcune peculiarità caratteriali del tecnico rossonero: “Lui arrivò e fece la rivoluzione. Fisica, atletica, alimentare. Mentale. Volle imporre la sua filosofia, totalmente diversa da ciò a cui eravamo abituati, e che ora cerca di ripetere al Milan. Con il tempo riuscirà anche lì. In certe cose vedo che è lo stesso: mi piaceva più di tutto per come difendeva il gruppo, sempre, anche quando la colpa era di tutti ma non sua. Allora era un po’ permaloso, parlava poco con i giocatori. A meno che non lo cercassi tu: io ero in ballo con la Nazionale ed ero in un periodo in cui giocavo poco, chiesi e ottenni risposta. Magari se aspetti non viene, ma se vai ascolta e spiega. La dieta? La nostra non era così ferrea”.

Infine un augurio per il finale di stagione: “Ogni bella storia ha un inizio e una fine, noi vogliamo salvarci e al suo Milan auguro davvero di andare in Europa vincendole tutte… tranne questa”.

 

Redazione MilanLive.it