San Siro Giuseppe Meazza
San Siro (©Getty Images)

MILAN NEWS – Tra i molti crucci da risolvere nei prossimi mesi per il Milan e per la sua nuova dirigenza c’è anche quello relativo all’impianto in cui il club intende giocare le proprie gare casalinghe e farne dunque la sua casa ufficiale del futuro.

C’è ancora molta confusione in tal senso; qualche settimana fa la proprietà cinese ha fatto sapere, dopo un incontro con il sindaco di Milano Giuseppe Sala, di essere pronta ad intervenire per migliorare lo stadio storico di San Siro assieme ai rivali dell’Inter, i quali hanno già presentato in Comune un progetto per rendere più moderne le tribune e le aree interne, con tanto di disponibilità di fruizione per i tifosi anche durante l’arco di tutta la settimana. Insomma un San Siro in stile europeo, uno stadio che anche per i dirigenti del Milan può fare da traino per accogliere l’espansione del proprio brand e del fatturato.

Ma ieri Marco Fassone, come ricorda la Gazzetta dello Sport, ha riaperto la porta alla costruzione di un nuovo impianto di proprietà Milan, dando seguito al progetto iniziato da Barbara Berlusconi qualche anno fa ma mai andato in porto anche per alcune vicissitudini con Fondazione Fiera. L’impressione è che ci sia ancora molta discordanza su questo tema, ma nel giro di 4 anni i rossoneri dovranno scegliere: o puntare su uno stadio nuovo da 55-60 mila spettatori, oppure restare alla ‘Scala del calcio’.

 

Redazione MilanLive.it