G. Galli: “Donnarumma, che errore. Raiola? La colpa è di Gigio”

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – La delusione per quanto accaduto ieri, con la decisione da parte di Gianluigi Donnarumma di non prolungare il suo contratto con il club rossonero, è palpabile da parte di tutti. Dai tifosi rossoneri, fino ai semplici appassionati di calcio. La prova, l’ennesima, che questo calcio sta prendendo una piega quasi irreversibile.

Giovanni Galli, ex portiere del Milan anni ’90, non poteva esimersi dal commentare tale situazione. Ai microfoni del Corriere dello Sport non ha usato mezze parole: “Ma come può un calciatore che ha disputato solo 50 partite in Serie A opporsi alla storia del Milan, a 7 Coppe dei campioni, a un mega-ingaggio di 5 milioni di euro all’anno? Ha dato retta al suo agente che, evidentemente, aveva degli interessi personali più concreti rispetto a quelli dello stesso Donnarumma e del Milan. La clausola andava benissimo. Ma non da 50 milioni di euro o, peggio ancora, inferiore… Ma da 100 milioni di euro!”. 

L’amarezza è tanta, ma Galli e molti tifosi rossoneri, non si aspettavano questo epilogo: “Mi dispiace moltissimo dover commentare ciò che è accaduto perché non avrei mai pensato che Donnarumma potesse trovarsi in una situazione simile. Avevo ben altra considerazione del ragazzo che, in realtà, è assolutamente complice di quello che è successo perché ha pienamente avvalorato la linea di comportamento seguita dal suo procuratore. Ora sarà difficile per tutti smaltire l’amarezza e la delusione”.

Infine un giudizio sulla scelta in sé e per sé di Gigio di lasciare, così presto, il club che lo ha cullato e cresciuto: “Ha commesso un grave errore perché restando al Milan sarebbe potuto maturare meglio e più in fretta. L’ ambiente l’avrebbe protetto. Questo nuovo Milan merita fiducia soprattutto grazie alla dirigenza che sta facendo un gran lavoro. Donnarumma si è a dato totalmente al suo agente e se ha commesso un errore sarà solo colpa sua”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it