Ag. De Sciglio: “Dipende dalla Juventus. Poli? Trattamento non eccezionale”

Mattia De Sciglio
Mattia De Sciglio (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANGiovanni Branchini è l’agente sia di Andrea Poli che di Mattia De Sciglio. Se il primo è partito in direzione Bologna, invece il secondo attende ancora di conoscere il proprio futuro.

Il Milan ha concesso al centrocampista 27enne la possibilità di trasferirsi praticamente a titolo gratuito in Emilia. Non rientrava da tempo nel progetto tecnico-tattico di Vincenzo Montella, che nell’ultima stagione gli ha fatto fare moltissima panchina. A tal proposito, Branchini a TMW Radio spiega che nell’ultimo anno Poli non è stato trattato al meglio: “Ha subito un trattamento non eccezionale nell’ultimo anno al Milan: è stato impiegato pochissimo, ma la sua disponibilità e il suo atteggiamento positivo hanno agevolato la sua partenza”.

Calciomercato Milan, De Sciglio-Juventus: parla l’agente

Ad ogni modo, il giocatore adesso è del Bologna e dunque può guardare al proprio futuro con maggiore serenità. Chi la serenità deve ritrovarla è De Sciglio, che nella scorsa stagione non ha avuto un rendimento all’altezza e c’è stata anche la rottura netta nei rapporti con i tifosi del Milan. La Juventus lo vuole e per lui Torino è la destinazione ideale. Su questo tema Branchini afferma: “In questo momento dipende dalla Juventus o dalle squadre che possono avvicinarsi al giocatore. Noi abbiamo una situazione molto chiara col Milan, rapporti assolutamente ottimi. Vediamo gli sviluppi di questo mercato”.

La trattativa tra il club rossonero e la Juventus appare bloccata. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli pretendono circa 15 milioni di euro per il cartellino di De Sciglio. I bianconeri non vorrebbero spenderne più di 10. Possono arrivare anche altre offerte, sia dall’Italia che dall’estero, però Mattia in questo momento ha messo la Juventus in cima alla lista delle proprie preferenze. La presenza di Massimiliano Allegri è per lui un fattore determinante, dato che si tratta dell’allenatore che lo lanciò in Serie A ai tempi in cui allenava il Milan.

 

Redazione MilanLive.it