Suso
Suso (©Getty Images)

Suso ha affiancato Vincenzo Montella in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Shkendija di Europa League.

Lo spagnolo ha esordito così nel suo intervento, facendo riferimento alla scorsa stagione: “L’Europa era l’obiettivo. Quest’anno è molto importante, abbiamo tante partite e tutti saremo importanti. La squadra è migliorata, essere in tanti è meglio, c’è bisogno di tutto“.

Suso è un giocatore ambizioso e umile, che punta a fare ulteriori progressi dopo la grande annata scorsa: “Posso e devo migliorare facendo meglio che nello scorso anno. Sono molto contento della passata stagione, ma questo è un altro anno e sarà più difficile, visto che avremo tante partite. Dobbiamo stare tutti uniti”.

Si passa poi a parlare del suo ruolo: “Per come giochiamo noi, parto esternamente ma vengo sempre dentro durante le partite a fare il trequartista. Durante le gare faccio sia la fascia destra che il trequartista. Mi sento entrambi i ruoli. Seconda punta? Giocavo così con Gasperini. Comunque è il mister a decidere la cosa migliore“.

L’ex Liverpool non nasconde gli obiettivi del Milan per questa stagione: “Vogliamo la Champions, ma serve lottare in ogni partita e cercare di vincerle tutte“. Inevitabile chiedere del suo rinnovo di contratto: “Ho detto quello che penso e adesso sono concentrato sul campo. Non ci sono limiti o scadenze per firmare“.

Suso si è espresso in merito ai nuovi arrivi della squadra rossonera: “Mi piace Kessié, si muove molto con e senza palla. Anche Conti è forte e abbiamo un buon feeling. Pure Biglia, Bonucci e Musacchio sono forti. Calhanoglu? Non sono andato in Cina e dunque l’ho visto meno, però calcia benissimo e ci aiuterà, serve tempo Bonucci capitano? Ha esperienza, servirà tanto allo spogliatoio“.

 

Redazione MilanLive.it