Milan, la coperta è corta: inspiegabile il primo tempo del derby

La delusione del Milan (©getty images)

MILAN NEWS – Doveva arrivare la svolta contro l’Inter, nel derby del rilancio conclamato. Invece il Milan dovrà ancora una volta ripartire dalle proprie ceneri nonostante non sia uscito con le ossa completamente rotte dopo il 3-2 subito.

In molti indicano il rigore di Icardi per fallo sciocco di Rodriguez in area al 90′ minuto come episodio decisivo per la sconfitta nel derby. Ma come riporta il Corriere della Sera nella sua analisi finale sulla partita di San Siro è stato il primo tempo inspiegabilmente mal giocato dai rossoneri il vero danno interno. Vincenzo Montella ha provato a lanciare nuovamente il 3-5-2, con Suso al fianco di André Silva, ma il Milan ha dimostrato di non avere profondità, cambio di passo ne’ pericolosità offensiva, limitandosi al compitino e assistendo inerme al vantaggio firmato Icardi.

Troppo poco per una squadra costata 200 milioni di euro e che vuole assolutamente tornare in Champions League già da questa stagione. La reazione della ripresa e gli altri due gol subiti dimostrano che il Milan ha la coperta corta: quando attacca e si sbilancia non riesce a contenere le contro-mosse avversarie, mentre quando tiene il baricentro più stabile non è mai pericoloso in fase offensiva. Un difetto da curare al più presto, magari anche rivedendo il modulo con la difesa a tre. Ora c’è da ripartire quanto meno dalla reazione e dalla grinta mostrata nel secondo tempo del derby e dalle tante occasioni create. Ma contro l’AEK Atene servirà già un Milan diverso e più continuo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it