Inter-Milan
Inter-Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Trovare la formula ideale per rilanciare un Milan ancora ibrido e senza identità non è impresa facile per Vincenzo Montella, ma al tecnico campano si chiede proprio di fare chiarezza e trovare la chiave di volta della stagione.

I rossoneri oggi sfidano il Genoa in un match semplicemente decisivo e dunque da vincere a tutti i costi. Per farlo Montella cambierà nuovamente impianto tattico, pur confermando la difesa a tre che ormai appare un topos della formazione milanista. In attacco però cambieranno approcci e dettagli, almeno secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport. 

Milan-Genoa, le probabili fomazioni

Sarà il 3-4-2-1 il modulo nuovo messo in campo da Montella, che torna alle origini con un’unica punta in avanti, sicuramente Nikola Kalinic, affiancato da due fantasisti come Suso e Bonaventura. Libertà d’azione per questi due elementi dai piedi buoni e dai guizzi decisivi, mentre per il resto è formazione confermata. Difesa a tre con Zapata preferito a Musacchio e centrocampo a quattro con il ritorno dal 1′ minuto di Borini, Biglia, Kessié e Rodiguez, tutti tenuti a riposo contro l’Aek Atene.

Il Genoa di Ivan Juric risponde quasi a specchio: 3-5-2 più classico, con una linea mediana molto massiccia. Secondo la Gazzetta partiranno titolari due degli ex rossoneri, ovvero Andrea Bertolacci a centrocampo e Adel Taarabt in attacco. Solo panchina invece per l’ex numero 9 del Milan Gianluca Lapadula.

Foto Gazzetta dello Sport

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it