Mino Raiola
Mino Raiola (©Getty Images)

MILAN NEWS – Protagonisti delle campagne acquisti non sono più calciatori e società. A prendersi la scena, la maggior parte delle volte, sono gli agenti, soprattutto quelli più potenti e famosi.

Fra questi, manco a dirlo, c’è Mino Raiola. Che il nuovo Milan cinese conosce benissimo a causa dell’infinita telenovela Gianluigi Donnarumma. Il noto procuratore, secondo i dati forniti da Forbes, è il decimo agente più ricco al mondo: quarto se consideriamo soltanto il calcio. L’italo-olandese, in particolar modo negli ultimi anni, ha condizionato un enorme flusso di denaro che è finito nel mirino del fisco dei Paesi Bassi. Che, a quanto pare, avrebbe avviato un indagine su di lui.

L’edizione odierna de Il Fatto Quotidiano spiega che i funzionari olandesi stanno analizzando i documenti che lo riguardano. Sotto la più attenta osservazione sono finite le operazioni di mercato nel quadriennio 2014 al 2017. Secondo il noto giornale, l’indagine è partita per il dubbio che riguarda la reale residenza fiscale di Raiola.

Il Fatto Quotidiano, per saperne di più, ha intervistato lo stesso agente. Che non sembra preoccupato: “Di questi accertamenti fiscali non so nulla e comunque non mi preoccupano: ho agito sempre correttamente, rispettando le norme in qualsiasi paese abbia lavorato. Non sono cittadino olandese, ho la residenza a Monaco, dove vivo, e in Olanda non ho alcuna società“.

Il nome di Raiola è stato spesso accostato alla Maguire Tax & Legal, cioè un ufficio di consulenze fiscali, legali e di contabilità con sede ad Amsterdam, con cui molti suoi calciatori e familiari hanno avuto a che fare: “Non ho alcun legame con questa società. Sono soltanto un vecchio amico del suo proprietario. E’ un rinomato studio tributario, tutto qui“.

 

Redazione MilanLive.it