Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

MILAN NEWS – La prima volta non si scorda mai. E quest’anno di prime volte Patrick Cutrone ne ha vissute davvero tante. L’ultima grande soddisfazione è la prima convocazione con la Nazionale maggiore.

Nessuno lo avrebbe nemmeno immaginato un anno fa. Nemmeno lui: “Sinceramente no, l’anno scorso ero in Primavera e non immaginavo di arrivare a questo punto. Ho dimostrato sul campo e mi sono allenato duramente. I mister mi hanno aiutato molto, da quelli delle giovanili a Montella e Gattuso. Rino mi ha trasmesso un po’ del carattere che aveva lui“, ha detto l’attaccante del Milan in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano.

Mancano ancora diversi mesi alla fine della stagione. Non è ancora tempo per i bilanci: “Ancora non ho fatto niente, i miei genitori mi aiutano e mi fanno stare con i piedi per terra. A loro devo davvero tanto“. Intanto lui sa che deve migliorare, soprattutto in fase difensiva: “Inizia dagli attaccanti, dobbiamo restare uniti e questo è ciò che vuole il mister. Questa cosa mi aiuta a migliorare“. E sicuramente non pensa al futuro: “Penso solo al presente. Voglio allenarmi bene e migliorare. Questo è un punto di partenza e voglio fare sempre di più“.

Le partite in Europa League lo hanno portato a respirare aria internazionale. In particolare la sfida contro l’Arsenal: “Sicuramente sì, come ogni partita. A livello internazionale lo sono di più ma non credo che Di Biagio si sia basato solo su quella partita per convocarmi. Spesso sento la pressione prima della gara ma poi mi sciolgo“, le parole di Cutrone riportate dai colleghi di Tuttomercatoweb.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it