Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli
Gennaro Gattuso tra Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (foto acmilan.com)

CALCIOMERCATO MILAN – Alla squadra rossonera mancano esperienza e leadership. Gennaro Gattuso ha più volte sottolineato che il suo gruppo è molto giovane e serve gente matura, che abbia la mentalità adatta per far compiere un salto di qualità e saper gestire determinati momenti.

Anche nella finale di Coppa Italia contro la Juventus si è visto un Milan ancora inesperto. Una cosa avvenuta anche in altre partite, dove ai rossoneri si è visto mancare qualcosa sul piano della maturità. Pensando a certi big match, viene in mente il confronto in Europa League contro l’Arsenal. Ma in più occasioni abbiamo constatato che l’esperienza a certi livelli manca in questo gruppo. E’ normale, perché l’età media è bassa e pochi sono abituati a determinati palcoscenici.

Calciomercato Milan, Gattuso detta la linea a Mirabelli

Gattuso dopo Juventus-Milan ha fatto presente il tipo di rinforzi di cui ha bisogno. Queste le sue parole post-partita: «Servono determinate caratteristiche, l’esperienza non si compra al supermercato. In campo c’erano Cutrone e Locatelli del ‘98, Calabria del ‘96, il nostro difetto più grande è questo e in questo discorso mi ci metto anch’io. Ma dobbiamo insistere su questa squadra e se deve arrivare qualcuno che sia d’esempio al nostro spogliatoio. Questa è una squadra che ha tanti giocatori giovani e forti, ma dobbiamo metterci esperienza con 3-4 giocatori di mentalità, leadership e che sappiano giocare a calcio. Sono contento perché in questi mesi ho visto ragazzi con grandi qualità, sia tecniche che tattiche».

Un messaggio chiaro e diretto a Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone, con cui si è già confrontato sul tipo di calciomercato che il Milan dovrà fare. In società le parole di Rino non hanno certamente stupito. L’importante è accontentare le richieste dell’allenatore, che ha chiare le caratteristiche dei giocatori che gli servono per fare un salto di qualità. Il prossimo mercato estivo non si potrà sbagliare. Nella stagione 2018/2019 bisognerà veramente qualificarsi in Champions League.

 

Redazione MilanLive.it