Alvaro Morata
Alvaro Morata (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Giornate di buone notizie per quanto riguarda l’aspetto societario del Milan. Il club rossonero è pronto ad accogliere un nuovo socio di minoranza e a breve sarà anche completato l’aumento di capitale.

Il Milan dunque si sente rafforzato grazie alle mosse dell’azionista di maggioranza Yonghong Li e potrebbe risentirne positivamente anche sul mercato estivo. Non a caso oggi la Gazzetta dello Sport titola di una ripartenza delle trattative, in realtà mai troppo dismesse, da parte del direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, volato già in Russia per sondare diversi terreni.

Calciomercato Milan, ripartono le trattative. Occhi su Morata

Mirabelli sarà attivissimo nei prossimi giorni. Ieri il dirigente rossonero è stato intercettato nella Piazza Rossa di Mosca, in attesa di incontri interessanti di mercato già domani in vista della gara inaugurale del Mondiale. Mirabelli ha blindato i gioielli del Milan, ha detto no allo scambio Falcao-André Silva ma ha assicurato che il club si muoverà come previsto per rinforzare la rosa di Gattuso.

Ecco dunque riaprirsi il cosiddetto ‘Piano A’ per l’attacco: l’obiettivo resta Alvaro Morata, forte e costoso centravanti spagnolo del Chelsea che il Milan non ha mai smesso di seguire. Già un anno fa ci fu un tentativo, non andato a buon fine, per portarlo a Milanello. L’ex di Real Madrid e Juventus resta la prima scelta, perché attaccante dinamico e forte tecnicamente, ideale per il 4-3-3 di Gattuso e soprattutto volenteroso di tornare in Italia. La moglie Alice è italiana doc e vorrebbe rientrare nel proprio Paese natale per partorire i due gemellini che la coppia attende. Servirà uno sforzo economico importante sia per convincere il Chelsea che lo stesso Morata a dire sì al Milan, aiuto che potrebbe arrivare proprio dal socio di minoranza che porterà denaro fresco per le casse per il calciomercato rossonero.

I tifosi potrebbero dunque tornare a sognare in grande, con il Milan che vuole onorare le promesse a prescindere dalle sentenze dell’UEFA ormai imminenti e portare quei 2-3 calciatori forti e di livello internazionale in rosa. Ovviamente se la qualificazione in Europa League dovesse essere confermata, sarà più semplice attirare profili come Morata e altri. Le coppe europee sono vetrine alle quali certi giocatori difficilmente vogliono rinunciare.

 

Keivan Karimi – Redazione Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it