Rocco Commisso
Rocco Commisso (immagine by Youtube)

NEWS MILAN – Dopo le indiscrezioni di ieri, stamane La Gazzetta dello Sport conferma che Rocco Commisso sarebbe uno dei soggetti in trattativa per l’acquisto del club rossonero. Sarebbe lui il concorrente della famiglia Ricketts.

Si tratta di un magnate 68enne nato in Italia e trasferitosi negli Stati Uniti all’età di 12 anni. Possiede un patrimonio da 4,5 miliardi di dollari ed è proprietario dei New York Cosmos, storica squadra statunitense che milita nel campionato NASL. In questa trattativa è affiancato dalla banca Goldman Sachs, che fa da advisor, e la sua offerta è stata giudicata quella più concreta e con maggiori possibilità di successo a breve. David Han Li, braccio destro di Yonghong Li e direttore esecutivo del Milan, si trova proprio a New York per occuparsi dei negoziati. Si spera di arrivare a un accordo entro metà settimana.

L’attuale proprietà cinese poteva già chiudere con Commisso una decina di giorni fa, ma ha preferito congelare tutto per valutare altre proposte nella speranza di strappare condizioni migliori. Non è escluso che il magnate italo-americano possa anche attendere che il fondo Elliott prenda il controllo del club per trattare direttamente con esso, cosa che succederebbe nel caso in cui Yonghong Li non riuscisse a restituire entro 10 giorni lavorativi il nuovo prestito da 32 milioni di euro servito per completare l’aumento di capitale. Infatti, l’uomo d’affari cinese non li ha versati entro la scadenza fissata.

Al presidente del Milan conviene cercare di chiudere un accordo nei prossimi giorni. Nei suoi piani originali c’era l’entrata di un socio di minoranza, in grado di iniettare liquidità fresca, tranquillizzare la UEFA e magari destinato a salire nell’azionariato in tempi non eccessivamente rapidi. Ma tale soluzione è molto complicata. Chi si è fatto avanti ha subito chiarito di volerlo fare per una quota di maggioranza. O al massimo per una minoranza destinata a salire molto rapidamente. E’ possibile che Yonghong Li ceda anche subito quote maggioritarie, rimanendo con il 25-30% come successo ad Erick Thohir nell’Inter dopo l’arrivo del gruppo Suning. Ora serve trovare un’intesa che soddisfi le parti coinvolte nella trattativa, che potrebbe chiudersi in tempi brevi dato che Commisso è già avanti rispetto alla concorrenza, avendo già completato l’analisi dei conti del club.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it