Simone Zaza
Simone Zaza (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – I dirigenti del Milan l’avevano detto in coro subito dopo la fine dell’ultimo campionato: per migliorare serve un centravanti di spessore e abilissimo sotto porta.

Quello dell’attaccante centrale è un bisogno primario per il Milan, che viene da un’annata poco proficua dal punto di vista realizzativo; se non fosse stato per i 10 centri di Patrick Cutrone nessun calciatore sarebbe finito in doppia cifra. Decisivo dunque l’ingaggio di una punta che porti almeno 15-20 gol in più al bottino stagionale dei rossoneri. I nomi più in voga restano quelli di Ciro Immobile e Alvaro Morata, ma si tratta di elementi molto costosi, che al momento il Milan non può permettersi sia per lo stop dell’UEFA alle competizioni europee, sia per l’incertezza sul futuro societario, diviso tra la permanenza di Yonghong Li e l’avvento di una proprietà a stelle e strisce.

Secondo il Corriere dello Sport resta dunque viva una pista che, a livello economico e di trattativa, potrebbe essere più raggiungibile rispetto ai nomi già citati. Simone Zaza, attaccante italiano classe ’91, potrebbe essere il nome ideale nel caso in cui il Milan non dovesse reperire il tesoretto giusto per andare all’assalto di un centravanti di lusso (range 50-60 milioni di euro). La situazione di Zaza è meno complessa: il Valencia lo può cedere senza problemi per una cifra tra i 15 ed i 20 milioni, l’attaccante non pretenderebbe un ingaggio esagerato e sarebbe tecnicamente utilissimo al tridente di mister Gattuso. Insomma una pista da non sottovalutare, anche per gli ottimi rapporti con l’agente Beppe Bozzo, il quale ha già parlato col Milan di Zaza in un incontro avvenuto in sede qualche settimana fa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it