Paul Singer
Paul Singer (foto dal web)

NEWS MILAN – L’esperienza cinese va verso la propria fine nel club rossonero. Yonghong Li non ha versato i 32 milioni di euro al fondo Elliott e di fatto si aprirà a brevissimo una nuova fase.

Il quotidiano La Stampa, nella propria edizione online, spiega quali sono le mosse dell’hdege fund di Paul Singer. Quest’ultimo ora può procedere all’escussione del pegno sulle azioni del Milan. I legali sono già al lavoro in Lussemburgo, dove ha sede la holding controllante Rossoneri Sport Investment Luxembourg, per avviare l’iter. Il procedimento dovrebbe durare dai tre ai sette giorni. In seguito Elliott prenderà di fatto il controllo del club. Il primo atto del fondo americano dovrebbe essere quello di versare in conto capitale 150 milioni di euro per la continuità aziendale (mercato etc..). Poi ci potrebbe essere un cambio dei vertici societari.

Singer dovrebbe puntare a risollevare la società per poi rivenderla. A chi? Non si hanno certezze. Però sembra che Rocco Commisso sia lontano dal poter fare l’operazione. Sarebbero ancora in corsa, invece, la famiglia Ricketts e Stephen Ross. Però non bisogna escludere nuovi nomi che possono spuntare fuori prossimamente. Non rimane che aspettare. Secondo Sky Sport, Yonghong Li avrebbe tempo fino a mezzanotte per l’ultimo colpo di scena eventuale.

 

Redazione MilanLive.it