Filippo Galli
Filippo Galli (©Getty Images)

NEWS MILAN – L’edizione odierna di Tuttosport ha intervistato Filippo Galli, il quale ha spiegato perché è andato via dal Milan. L’ex responsabile del vivaio rossonero però ha espresso anche dei pareri personali sulla squadra e su alcune individualità.

Innanzitutto è convinto che la squadra può fare un buon campionato: “La squadra è buona e non ci sono solo gli 11 titolari, ma una rosa ampia che può permettere a Gattuso di arrivare fino in fondo“. Dice poi la sua su Gianluigi Donnarumma e sulla presunta frenata nella crescita: “Non riesco mai a scindere l’aspetto tecnico dal resto. La situazione che Gigio ha vissuto l’estate scorsa è stata dura, può aver influito sul suo rendimento. Sono pronto a scommettere che si riavrà, magari potrebbe giovargli anche il cambio di guida tecnica fra gli allenatori dei portieri“.

Se si parla di giovani è impossibile non tirare fuori Patrick Cutrone, protagonista assoluto contro la Roma. Ora ha Higuaìn al suo fianco che può aiutarlo a crescere: “Quando giochi con grandi campioni, puoi sempre rubare qualcosa. Patrick è un ragazzo che ha sempre voglia di migliorare, ha fame, è uno che sa sfruttare ogni occasione e con la Roma si è visto. Per Cutrone sarà un anno importante“.

Però secondo lui la rivelazione di quest’anno può essere una sorpresa: “Aspetto Conti, so che ha grande voglia, il suo rientro potrebbe essere determinante“. Il suo pensiero su Mattia Caldara, che non ha ancora debuttato ufficialmente col Milan: “Investimento importante. Credo ci voglia pazienza, il ragazzo deve imparare i movimenti della linea a quattro e Gattuso ha fatto bene a preservarlo. In prospettiva sarà sicuramente una colonna della retroguardia“. Infine un parere su Lucas Biglia: “Il rendimento dell’argentino avrà un suo peso nell’arco della stagione“.

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it