Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Questa volta è un Gennaro Gattuso raggiante quello visto nel post partita. Sempre bravo a non scomporsi, ma inevitabilmente felice per la vittoria netta del suo Milan.

Tuttavia, malgrado l’enorme successo, il tecnico punta subito alle cose da rivedere e perfezionare. Rino è un perfezionista, così chiede subito accorgimenti e soprattutto tiene alta la tensioni. Guai ad abbassare la guardia, adesso. La Gazzetta dello Sport riporta le sue parole: “Quando giochiamo sul terreno che ci piace, tutto va bene, dobbiamo migliorare anche dove siamo meno a nostro agio, come sui raddoppi e altri movimenti difensivi. È in fase di copertura, quando i centrocampisti si abbassano troppo, che soffriamo di più. Venivamo da alcuni alti e bassi, è vero, ma avevamo comunque giocato un buon calcio fin qui. Comunque sono arrabbiato perché anche stavolta abbiamo preso gol».

Senza Gonzalo Higuain e Patrick Cutrone non disponibile dal primo minuto, via con un tridente inedito senza punti di riferimento. Risultato: 4 goal, tutti da fuori area. Il mister ne parla così: “Le reti da lontano non si preparano, ma ci proviamo sempre, solo che a Empoli avevamo trovato la grande prestazione del portiere avversario. Castillejo mi è piaciuto, s’è mosso bene, mi ha dato freschezza e continuità”. 

La rinascita di un Diavolo che dilaga al Mapei Stadium, in attesa del Pipita. Segnali positivi per le sue condizioni, ma per il rientro non c’è nulla di certo al momento come spiega l’allenatore: “Non ho studiato medicina, ma Gonzalo spero possa tornare a disposizione in settimana. L’importante è evitare ricadute, poi quando Higuain sarà ok riprenderemo a lavorare sull’intesa con Suso, che può fare per lui quello che faceva Insigne a Napoli. Intanto, comunque, sono già contento di vedere Cutrone zoppicare meno»”. 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it