Hernan Crespo
Hernan Crespo (©Getty Images)

MILAN NEWSHernan Crespo paragona Gonzalo Higuain e Mauro Icardi. In vista del derby, l’ex attaccante argentino ha commentato questa sfida tutta albiceleste a La Gazzetta dello Sport. Con una premessa d’obbligo: “Con quei due Inter e Milan possono stare tranquilli: un gol, prima o dopo, salta fuori. Icardi è più individualista, Higuain migliora anche il gioco dei compagni”. 

Via al confronto. Si parte tiro di destro, dove i due pareggiano con un 8 in pagella: “Il suo destro è micidiale: il Pipita ha un tiro secco in diagonale o anche sul primo palo a sorprendere il portiere”. L’attaccante rossonero perde però nel confronto sul colpo di testa: 8 per lui, 9 per l’avversario. “Lo stacco non è imperioso, ma sempre puntuale. E precise risultano le zuccate, perché pensa prima di dare la frustata”, sottolinea comunque l’ex bomber che ha vestito la maglia sia di Inter che Milan. L’ex Juve perde ancora sul tiro di sinistro, 7 contro 8: “Sceglie più difficilmente la conclusione mancina, preferisce sterzare e andare sul destro. Ma se ci prova, per i portieri sono dolori”. 9 e 9 finisce sul senso del gol: “Sembra che non ci sia, quasi si nasconde, e poi all’improvviso piazza la zampata. Vede la porta in ogni momento della gara”. Non c’è un vincitore anche sul tiro da fuori e acrobazia con un doppio 8-8: “La bordata è sempre potente e precisa. E la scaglia anche da posizione defilata, perché controlla bene il movimento di tiro. Poi anche se ha le spalle rivolte alla porta, con lui non si può mai stare tranquilli. Da un nulla è capace di costruire una prodezza”. 

Ma ecco la rimonta del bomber del Diavolo. Si parte dalla partecipazione all’azione, dove inevitabilmente si impone con un 8 contro il 7 del connazionale: “I suoi movimenti sono determinante per l’azione offensiva. E’ lui a dettare i tempi con scatti e rientri sempre opportuni”. Meglio il 30enne anche sul dribbling: “Fantastico quando guarda in faccia gli avversari e sposta il pallone con impressionante rapidità. Un vero slalomista”. Non c’è paragone, in chiusura, sull’esperienza internazionale tra i due: 9-8 a favore del centravanti di Gennaro Gattuso. “Tante partite con l’Argentina, il Real, il Napoli, la Juve e adesso il Milan gli hanno dato lo status di internazionale”, conclude l’ex numero 9 sudamericano.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it