Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

NEWS MILAN – Per Gennaro Gattuso è stata una serata difficile. Il suo Milan ha perso il derby e ha dato la sensazione di aver rinunciato ad imporre il proprio gioco per non scomporsi.

La squadra rossonera è apparsa senza coraggio. Ha subito l’Inter per tutto il match, con un solo tiro in porta, arrivato alla metà del secondo tempo. Eppure il tecnico rossonero non è deluso, ma anzi. Ci ha visto anche qualcosa di buono: «Ai punti meritavano qualcosa in più loro, ma vedo comunque tante cose buone. Nonostante abbiamo giocato un calcio che non ci piace, siamo stati bravi. L’Inter è più forte fisicamente, ma la squadra ha dato tutto e sotto questo aspetto mi è piaciuta molto. Un passo indietro a livello tecnico, un passo avanti a livello di mentalità di squadra e sacrificio. Qual è il calcio che non ci piace? Quello con troppi contrasti, quando dobbiamo rincorrere e coprire troppo campo».

Rino è rammaricato per qualche occasione di ripartenza non sfruttata dai suoi: «Il mio rammarico più grande riguarda quelle quattro-cinque occasioni nelle ultimi venti minuti. Erano palloni a campo aperto e li abbiamo sfruttati malissimo, sbagliando qualcosa a livello tecnico. Ci sono mancate le uscite con la palla. Abbiamo perso perché abbiamo avuto poco coraggio nell’uscire dalla pressione e siamo stati polli a prendere gol nel recupero».

Gattuso non cerca colpevoli e allontana le critiche a Gianluigi Donnarumma: «Non ho nulla da dirgli, così come a tutta la squadra. Ha fatto una lettura sbagliata, poi ci sono errori di Musacchio e di Abate, Romagnoli scivola troppo presto sul cross. Ma si perde tutti insieme. C’è un grande rammarico, è qualcosa che brucia, bisogna saper guardare avanti. La classifica? Vincendo con Samp e Genoa non sarebbe poi così brutta».

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it