Logo UEFA
Logo UEFA (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il futuro del Milan non prescinde soltanto dai risultati della formazione di Gennaro Gattuso sul campo, ma anche da questioni che riguardano l’ambito societario ed economico.

In tal senso il Corriere dello Sport conferma l’ormai prossimo incontro tra la dirigenza del Milan e la commissione di controllo dell’UEFA. Il 12 novembre, dunque tra circa una settimana esatta, i rappresentanti rossoneri voleranno a Nyon nella sede dell’organo calcistico europeo per un confronto tanto atteso che stabilirà il destino socio-finanziario del club. Molto probabilmente l’UEFA punirà i rossoneri con una multa salata ed una possibile riduzione della rosa per via del mancato rispetto al Fair Play Finanziario nel triennio 2015-2018, quando la gestione è stata divisa tra Fininvest e gruppo cinese di Yonghong Li.

La discussione verterà anche sul possibile inserimento del Milan nel cosiddetto regime del ‘voluntary agreement‘, che permetterebbe alla società guidata dal fondo Elliott per il prossimo triennio di operare con maggiore libertà ma sempre nel rispetto dei paletti imposti dall’UEFA, evitando però restrizioni esemplari per il mercato. Difatti proprio dalla riunione di lunedì 12 se ne saprà di più riguardo alle facoltà del Milan in vista delle prossime sessioni di gennaio e giugno 2019. La società è fiduciosa, ma come riferito dal presidente Paolo Scaroni è inevitabile che la commissione giudicante formuli una pesante sanzione pecuniaria visto il forte ‘rosso’ di bilancio delle ultime annate.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it