Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

NEWS MILANPatrick Cutrone non ha reagito bene alla sostituzione in Bologna-Milan. Mister Gennaro Gattuso lo ha tolto nel secondo tempo per inserire Samu Castillejo. Ma il giovane attaccante non ha gradito e lo ha fatto vedere.

L’allenatore rossonero aveva già annunciato il colloqui con lui e ieri c’è stato a Milanello. Questa sera il giocatore ha parlato dell’argomento in occasione della festa del Settore Giovanile. Queste le sue parole ai microfoni di Sportmediaset: «Ho chiesto scusa al mister e al gruppo. C’è stato un malinteso. Mi ero fatto male e avevo detto al tecnico che stavo bene, però mi ha cambiato. E’ finita lì la cosa, non è successo niente. Non mi permetterei mai di giudicare le scelte del mister».

In seguito Cutrone si è espresso anche sul momento difficile di Gonzalo Higuain e sul mancato arrivo di Zlatan Ibrahimovic: «Lo stimo tanto, è una bellissima persona oltre ad essere forte in campo. E’ sempre positivo, sappiamo quanto ci può dare e crediamo in lui. Ibrahimovic? Non ho mai pensato a un suo possibile arrivo. E’ un grande giocatore, però ho pensato sempre ad allenarmi e a migliorare».

Di recente Patrick ha ricevuto un premio Golden Boy come miglior giovane italiano under 21 del 2018. Ne parla così: «E’ gratificante ricevere quel premio. Ringrazio ancora compagni e staff. Premio importante, però rimango coi piedi per terra e penso a migliorarmi quotidianamente».

Infine il giovane bomber del Milan ha commentato il periodo particolare che vive il Milan: «Siamo rimasti uniti. Veniamo da due pareggi purtroppo. Serve rimanere uniti e preparare al meglio la partita di sabato». A San Siro tra due giorni arriva la Fiorentina e sarà importante vincere, dopo i due stop inattesi contro Torino e Bologna. In mezzo anche cocente eliminazione dall’Europa League.

 

Matteo Bellan

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it