stadio luigi ferraris marassi genoa
Stadio Luigi Ferraris di Genova (©Getty Images)

MILAN NEWS – Sale la tensione e divampano le polemiche per Genoa-Milan del prossimo 21 gennaio, inizialmente in programma alle 21.00 e poi spostata alle 15.00 per questioni di ordine pubblico.

L’obiettivo dei tifosi e del Comune, riferisce La Gazzetta dello Sport, è quello di fissare nuovamente la gara per l’orario originario. Il tutto è iniziato lo scorso lunedì quando il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, data la forte rivalità tra le due tifoseria culminata con la tragica morte del tifoso genoano Vincenzo Spagnolo il 29 gennaio del 1995, aveva auspicato che la gara fosse giocata sotto la luce del sole e non in serata. La conferma è poi arrivata attraverso un comunicato ufficiale che ha fatto infuriare tutti, data anche la situazione particolare in città riguardo alla percorribilità dopo la tragedia del Ponte Morandi.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Stefano Anzalone, consigliere delegato allo Sport del Comune, si è espresso così sulla vicenda: “Si deve tenere conto della attuale difficile situazione della viabilità, aggravata dallo sciopero del trasporto pubblico locale proclamato per quel giorno. E non bisogna dimenticare l’ubicazione dello stadio e le problematiche che si potrebbero creare per i cittadini e gli operatori commerciali in diverse zone della città”. In merito si è espresso anche il presidente rossoblu Enrico Preziosi: “Invitiamo la società a tutelare gli interessi di tutti i suoi tifosi, abbonati e non, con lo stesso impegno e puntualità con cui vende i giocatori migliori della rosa ad ogni sessione di mercato”. 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it