stadio luigi ferraris marassi genoa
Stadio Luigi Ferraris di Genova (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nervi tesi per Genoa-Milan del prossimo 21 gennaio, perché il cambio orario non è stato affatto apprezzato. Né dai cittadini, già alle prese con problemi di viabilità dopo la tragedia del Ponte Morandi, né dal Comune che ora spinge per il ripristino del vecchio orario rispetto alle 15.00 di lunedì.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Come riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, l’ultima mossa è la minaccia di sciopero in caso di nessun dietrofront. Ossia: spalti vuoti per protesta al Ferraris per quei pochi tifosi che potrebbero esserci. Ciò su cui battono le istituzioni cittadine, oltre chiaramente al disagio generico, è che l’Osservatorio non abbia valutato che anche gli ultimi confronti tra le parti anche si erano disputati in notturna e senza incidenti. Inoltre, dopo il tragico evento dello scorso 14 agosto, era stato richiesto che non venissero più fissate gare diurne nei giorni feriali. Cosa invece non successa. Ecco perché, venerdì scorso, il sindaco Marco Bucci ha scritto alla Prefettura e alla Lega Calcio. Una risposta è attesa al massimo entro domani, ma sembra difficile che i vertici del calcio possano cambiare idea. A Genova, però, si pongono una domanda per loro spontanea: perché non mantenere l’orario delle 21.00 e lasciare a casa i tifosi milanisti?

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it