Home Milan News Genoa-Milan, Prandelli: “Noi troppo disuniti. Piatek? Non volevamo cederlo”

Genoa-Milan, Prandelli: “Noi troppo disuniti. Piatek? Non volevamo cederlo”

Cesare Prandelli Genoa Milan
Cesare Prandelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una gara sofferta ma gloriosa per il Milan quest’oggi allo stadio Marassi, vinta per 2-0 contro un Genoa sempre combattivo.

Può essere parzialmente soddisfatto della prova dei suoi Cesare Prandelli, allenatore genoano che ha visto la propria squadra partire meglio e dominare nei primi 30 minuti di gioco, per poi soccombere nella ripresa sotto i colpi di un Milan cinico ma molto più in palla e brillante dopo i pericoli scampati.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle Milan news, CLICCA QUI <<

Proprio Prandelli è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post-partita di Genoa-Milan per commentare la prova dei suoi e quella dei rivali odierni: “Mi è piaciuto l’impatto alla gara, siamo partiti forte e abbiamo schiacciato il Milan. Peccato perché abbiamo preso due gol evitabili, uno con un vantaggio di 7 uomini contro 2 nella nostra area, l’altro in contropiede senza coperture. Nel primo tempo eravamo compatti e abbiamo fatto la nostra partita, nella ripresa ci siamo disuniti e il Milan sa punirti quando sbagli in questo modo”.

L’argomento centrale di questi giorni è il futuro di Krzysztof Piatek, bomber del Genoa ormai vicinissimo al Milan; Prandelli ha detto la sua anche riguardo al polacco: “Quando sono arrivato l’intenzione non era quella di cederlo, ma le cose cambiano in corsa. Ora dobbiamo valorizzare chi abbiamo a disposizione, dare qualità al nostro gioco con le armi migliori. Il Genoa ha grandi valori e io proverò a farli capire. Se Piatek era a Marassi? Sì”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it