Spal, Lazzari: “Tifavo Milan da bambino. Volevo propormi a Galliani”

Jesus Suso
Suso e Lazzari (©Getty Images)

MILAN NEWS – Cristiano Ronaldo? Gervinho? Suso? No, il giocatore più rapido della Serie A, o quanto meno uno dei più veloci con o senza palla in progressione, è un altro.

Manuel Lazzari è una delle più gradevoli sorprese del campionato, esterno destro della Spal che sa giocare a tutto campo e che si  guadagnato mesi fa anche la prima storica convocazione in Nazionale maggiore. Lazzari, intervistato dall’emittente DAZN, ha parlato del suo modo di vedere il calcio e anche delle sue passioni da ‘tifoso’.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle Milan news, CLICCA QUI <<

Il calciatore veneto ha raccontato così il suo approccio al mondo del calcio, non nascondendo alcune vecchie simpatie milaniste: “Se non avessi fatto il calciatore avrei studiato meccanica, mi piaceva quel mondo e sarei finito a lavorare in quell’ambito. Quando ero bambino mi sono avvicinato al calcio tifando per il Milan, andavo con mio padre al bar a seguire le partite. Avrei inviato il mio curriculum a Galliani una decina d’anni fa, ma ora è diverso. Non tifo nessuna squadra in particolare da quando sono un professionista”.

Lazzari ha voluto parlare anche il suo modo di giocare: “Corro tanto e mi piace andare sul fondo, ma in futuro mi vedo più terzino. Il mio modello è Cancelo, ad oggi il laterale più forte al mondo, quando lo vedo giocare impazzisco. Sono migliorato molto sui cross, non tanto su come calciare ma ragionandoci di testa, capire come propormi e prendere bene il pallone. E’ tutto una questione di testa”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it