Lucas Paquetà
L’esultanza di Paquetà dedicata al Flamengo (©Getty Images)

MILAN NEWS – La prima volta non si scorda mai, ma di certo Lucas Paquetá non l’avrebbe mai immaginava così. Un’esultanza contenuta e un nodo in gola nonostante stesse vivendo un sogno: non c’è spazio per troppa gioia al suo primo goal col Milan, perché il dolore per quanto accaduto nel suo Flamengo è ancora forte e devastante.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Del resto lui non solo è cresciuto nel club di Rio de Janeiro, ma ha un tempo era anche uno di quei ragazzini vittima della tragedia consumatasi nei giorni scorsi. Così ieri al 2-0 si è tolto la fascia nera in segno di lutto, l’ha baciata e alzata al cielo commosso con gli occhi chiusi e l’altra mano sul cuore. “Per me è un momento molto difficile. E’ un sogno essere al Milan ed è un sogno aver segnato, ma ho vissuto per oltre dieci anni in quel convitto, era casa mia”, ha poi detto il brasiliano nell’intervista a bordo campo a fine primo tempo. Il secondo acquisto più costoso di Elliott Management Corporation, intanto, continua nella sua ascesa e riprende da Kaká aveva terminato: fu infatti l’ex pallone d’oro, nel 2014, l’ultimo centrocampista brasiliano a realizzare un goal per il Diavolo.

Nei giorni scorsi, scosso, il numero 39 rossonero aveva postato il seguente messaggio attraverso il proprio profilo Instagram: “La tristezza che porta questa notizia è immensa, ho trascorso 12 anni della mia vita vivendo in quell’ambiente. Il desiderio di diventare un calciatore, sogni e traguardi interrotti da una tragedia che non si può spiegare. Voglio trasmettere molta forza ai familiari e agli amici delle vittime, che Dio possa confortare il cuore di ciascuno! Preghiamo”. 

 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it