Claudio Ranieri
Claudio Ranieri (©Getty Images)

Una vera e proprio rivoluzione ha sconvolto in queste ore l’ambiente Roma. Il giorno dopo la sconfitta contro il Porto è stato esonerato Eusebio Di Francesco, oggi addirittura Monchi è ha rescisso il proprio contratto da direttore sportivo.

Due ruoli fondamentali, nonché primari all’interno di una squadra, saltati nel giro di poche ore. Il d.s. ex Siviglia ha scritto su Instagram le sue parole d’addio ai giallorossi: “Roma e la Roma sono una delle cose più passionali che possa offrire il calcio, ecco perché me ne sono innamorato subito. Ecco perché in questa avventura non ho mai diviso la passione dal lavoro. Ecco perché il desiderio di rendere felice questa città e fare il meglio per il Club sono state le priorità in tutte le decisioni che ho preso fin dal mio arrivo. Ecco perché nella ricerca costante della felicità nostra e di chi ama la Roma ho messo tutto me stesso. So che non abbiamo raggiunto tutti i risultati per i quali abbiamo lavorato, per i quali ci siamo appassionati, per i quali in alcuni momenti ci siamo anche scontrati. Vorrei ringraziare tutte le persone con cui ho lavorato in questi anni, non dimenticherò nessuno, tutti hanno contribuito a rendere Trigoria la mia casa. C’è voluto un secondo per scegliere la Roma, sarà impossibile dimenticarla”.

Nel frattempo è stato ufficializzato il ritorno di Claudio Ranieri, al posto di Di Francesco. Queste le parole del presidente Pallotta: “Siamo lieti di dare il bentornato a Claudio Ranieri. L’obiettivo che abbiamo in questa stagione è finire più in alto possibile in classifica e ottenere la qualificazione in Champions League. Per questo motivo, abbiamo deciso di chiamare un allenatore che conosca il Club, comprenda l’ambiente e sia in grado di motivare i giocatori. Claudio risponde a tutte queste caratteristiche e si è dimostrato molto entusiasta nell’accettare questa nuova sfida”.

Brevi le primissime parole di Ranieri: “Sono felice di essere tornato a casa. Quando la Roma ti chiama è impossibile dirle di no”, mentre Francesco Totti ha riferito le seguenti dichiarazioni: “Claudio non è solo un tifoso della Roma, nato e cresciuto nella Capitale, ma è uno degli allenatori più esperti nel mondo del calcio. Ora abbiamo bisogno di mani esperte, in grado di guidarci tra le prime quattro per rigiocare la Champions League nella prossima stagione. Ci mancano dodici partite in campionato e dobbiamo vincerne il più possibile”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it