Caso Kean, Thuram attacca Bonucci: “Parole vergognose”

Leonardo Bonucci Juventus
Leonardo Bonucci (©Getty Images)

Proseguono le critiche a Leonardo Bonucci per non aver preso completamente le parti di Moise Kean dopo quanto successo in Cagliari-Juventus. Il difensore nel post-partita aveva detto che le colpe erano 50-50, asserendo che il compagno certi cori se li fosse un po’ cercati con la sua esultanza provocatoria.

Diversi giocatori hanno attaccato l’ex Milan, in particolare Mario Balotelli e Raheem Sterling. E in queste ore è arrivata anche la condanna di Lilian Thuram alle parole di Bonucci. L’ex calciatore, che in Italia ha vestito le maglie di Parma e Juventus, considera inaccettabili le dichiarazioni post Cagliari-Juventus.

Queste le affermazioni nette del francese nell’intervista rilasciata a Le Parisien: «Dice che Moise se l’è cercata e così dice qualcosa che molti pensano: che i neri si meritano ciò che capita loro. A causa di gente così non avanzano le cose. Sono propositi vergognosi. A Moise dico di essere fiero nelle avversità come dovrebbero fare tutte le persone di colore davanti a persone come Bonucci che vorrebbero che si rassegnassero».

Thuram è stato molto chiaro nel criticare Bonucci per la sua presa di posizione non a completo sostegno del compagno di squadra: «La domanda giusta da fare a Bonucci invece sarebbe: cosa ha fatto Kean per meritarsi tanto disprezzo? Bonucci non dice mai ai tifosi che hanno torto, ma a Kean che se l’è cercata. È come quando una donna viene stuprata e c’è chi parla del modo in cui era vestita. Bonucci non è stupido, ma ha una certa idea della società e i suoi propositi sono solo vergognosi. Bisogna essere chiari sul razzismo. Quei ‘buu’ rappresentano il disprezzo verso tutte le persone, compresi i bambini, che hanno il colore della pelle di Kean».

Secondo l’ex difensore, Bonucci ha commesso un grosso errore nel rilasciare certe dichiarazioni e trova vergognoso il suo modo di pensare. Ha anche aggiunto che le partite vanno fermate quando avvengono episodi di razzismo. Le squadre stesse devono avere il coraggio di fermarsi e lasciare il campo se si verificano scene deplorevoli. Thuram da anni combatte delle battaglie a difesa delle persone di colore ed è completamente dalla parte di Kean.

 

Redazione MilanLive.it