Milan-Frosinone, spostamento improbabile: i motivi

paolo maldini leonardo ivan gazidis atalanta milan
Paolo Maldini, Leonardo e Ivan Gazidis (©Getty Images)

NEWS MILAN – E’ un Milan infastidito quello che si avvicina alla penultima e decisiva partita del campionato. Perché la gara col Frosinone, riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, non dovrebbe essere posticipata come richiesto dal club rossonero.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

La società di Elliott Management Corporation si batterà ancora nelle prossime ore, ma il braccio di ferro è destinato a vedere vittoriosa la Lega Serie A per diversi motivi. Il primo: la contemporaneità è prevista per regolamento solo all’ultima giornata. E nel caso venisse effettivamente spostata, bisognerebbe portare alle 20.30 anche Sassuolo-Roma ed Empoli-Torino. Regolamento discutibile? Sì, ma gli accordi sono questi e soprattutto – sottolinea il quotidiano – sono stati sottoscritti dai club: perché la Lega non sono altro che le 20 società di Serie A. L’altra ragione poi è per motivi televisivi: con tale modifica, salterebbe di fatto la partita delle 18.00. Ecco perché lo spostamento è «improbabile», come filtra da via Rosellini.

Detto questo – conclude il CorSera – è tutto da dimostrare che la contemporaneità sia un vantaggio effettivo. Perché in fondo, vincendo prima, cioè alle 18.00, si metterebbe pressione all’Atalanta che a quel punto si ritroverebbe dietro e con la Juventus da battere davanti al suo pubblico nel giorno della festa scudetto. E la guerra, si sa, è anche un questione di testa e di nervi, oltre che di cuore.

 

 

Redazione MilanLive.it