Gazzetta – Milan, oggi Leonardo dirà addio: c’è il PSG

Leonardo
Leonardo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Finita la stagione del Milan, il Dt Leonardo prepara l’addio. Come riferisce l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il dirigente brasiliano è infatti arrivato al capolinea e proprio oggi terminerà la sua avventura rossonera.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

C’è già una nuova possibile destinazione per lui: Parigi. Un’ipotesi che fino a ieri i vertici del club transalpino soppesavano con attenzione, ma che adesso sta prendendo seriamente quota. Perché l’idea di restituire la guida sportiva a colui che fu di fatto il primo timoniere del progetto parigino, dopo una stagione tutto sommato deludente, potrebbe apparire come una garanzia per la necessaria politica di rilancio. L’ossatura del resto, a distanza di anni, è ancora quella del dirigente carioca: in difesa ci sono sempre Thiago Silva e Marquinhos, in mediana Marco Verratti e Adrien Rabiot e in attacco resiste Edinson Cavani. Oltre gli arrivi di Neymar e Kylian Mbappé, c’è ancora molto di Leonardo all’ombra della Torre Eiffel.

Al Milan, invece, la sua posizione si è man mano indebolita negli ultimi giorni. Per il Milan non ci sarebbero state frizioni tra lui e l’a.d. Ivan Gazidis, o comunque nulla che portasse a una separazione. Il 49enne di Rio de Janeiro, dal canto suo, è rimasto in silenzio, preferendo non rispondere in maniera ufficiale ai retroscena raccontati dai media. Il suo anno in rossonero, va detto, è stato molto movimentato: arrivato in corsa dopo la fine dell’era di Li Yonghong, ha subito piazzato gli acquisti di Gonzalo Higuaín e Mattia Caldara rivelatisi, per un motivo o per un altro, entrambi un flop, e il mercato estivo è stato poi completato col prestito di Tiémoué Bakayoko dal Chelsea e gli innesti di Samuel Castillejo e Diego Laxalt. E’ andata meglio a gennaio, perché comprare Lucas Paquetá e Krzysztof Piatek – sottolinea la rosea – avrà pur fatto storcere il naso alla UEFA, ma intanto ha gettato le basi per il Milan del futuro. Una società che ora saluterà per la quarta volta in carriera, tra campo e uffici dirigenziali.

 

 

 

Redazione MilanLive.it