Ivan Gazidis Amministratore Delegato Milan
Ivan Gazidis (foto ECA)

MILAN NEWS – Parallelamente alla rifondazione dirigenziale e a un mercato per ora ancora fermo, il Milan è sempre alle prese con la questione UEFA. Ora più che mai. Perché decidendo di non decidere, l’organo europeo adesso ha messo il Diavolo in un grosso dilemma.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Il verdetto sul fair play finanziario relativo al triennio 2015-18 è stato infatti sospeso in attesa di quello del Tas sul triennio 2014-17. In pratica la Uefa ha preferito attendere l’esito del ricorso del Milan al tribunale di Losanna, con il presumibile scopo di modulare la nuova sentenza in base a quanto decideranno in appello.

Ciò significa che la squadra parteciperà regolarmente alla prossima Europa League, anche perché al Tas al momento non sono previste udienze. Ma per velocizzare la situazione servirebbe che chi si appella richiedesse una procedura d’urgenza, e la società di Elliott Management Corporation – rivela La Gazzetta dello Sport – in effetti ci sta pensando non poco in questi giorni. Il motivo è duplice: intanto perché non conviene che i faldoni rischino di sovrapporsi magari in autunno, poi perché prima arriva la sentenza e prima la società capirà come agire sul mercato. L’attuale limbo, invece, logora più di quanto non sembrerebbe.

 

 

Redazione MilanLive.it