Milan, per Correa solo una questione di bonus: il punto

Il Milan va avanti per Correa, indipendentemente dal blocco della cessione di André Silva al Monaco. Per prendere l’attaccante dell’Atletico Madrid non mancherebbe molto.

Angel Correa
Angel Correa (©Getty Images)

Dopo la mancata cessione di André Silva al Monaco, in molti hanno pensato che potesse saltare il trasferimento di Angel Correa al Milan. Tuttavia, sembra che tale operazione possa comunque andare in porto.

Indipendentemente dalla brusca frenata nella vendita di André Silva, il club rossonero intende andare avanti per assicurarsi l’attaccante argentino. Quest’ultimo viene ritenuto la spalla ideale per Krzysztof Piatek nel 4-3-1-2 di Marco Giampaolo. Velocità bruciante e abilità nel dribbling sono le sue qualità che spiccano maggiormente, ma si tratta di un giocatore anche molto generoso e dedito al sacrificio. Ha le caratteristiche tecniche e mentali adatte al progetto milanista.

Affare Correa: ecco cosa manca tra Milan e Atletico Madrid

Per chiudere la trattativa tra Milan e Atletico Madrid mancano solamente dei dettagli. I Colchoneros speravano di incassare 50-55 milioni di euro, ma i rossoneri non si sono schiodati da un’offerta di 40 milioni fissi più bonus. E proprio i bonus, come conferma anche oggi La Gazzetta dello Sport, sono oggetto di discussione tra le parti in questo momento. Risolto questo cavillo, Correa potrà approdare alla corte di mister Giampaolo.

L’Atletico Madrid può fare una super plusvalenza, considerando che prese il giocatore dal San Lorenzo per 7,5 milioni nel gennaio 2015. Il Milan spera di chiudere in questi giorni l’affare, così da regalarsi un rinforzo che può fare una grande differenza in attacco. Non c’è nessun elemento con le caratteristiche di Correa in organico.

Il 24enne argentino è contento dell’eventuale trasferimento in maglia rossonera, anche perché finalmente potrebbe giocare in un ruolo a lui più congeniale. Diego Simeone lo ha impiegato quasi sempre da esterno di centrocampo, mentre lui preferisce agire più centralmente. Da seconda punta al fianco di Piatek può fare ottime cose.