Adriano Galliani ha commentato la lunga vicenda mediatica di Wanda Nara e Mauro Icardi, prendendo le difese dell’attaccante argentino e della moglie-agente.

Galliani Marotta
Beppe Marotta e Adriano Galliani (foto Ansa)

Da diversi mesi non si fa altro che parlare di Wanda Nara, Mauro Icardi e del clamoroso conflitto creatosi con l’Inter. Situazione che non accenna, peraltro, a concludersi in via definitiva.

Dalle continue richieste di rinnovo, alle liti nello spogliatoio, la fascia di capitano, le frecciatine in tv e sui social di Wanda, fino alla separazione in casa pressoché definitiva tra Icardi e l’Inter. Senza dimenticare l’interesse, o meglio la vendetta, di un suo possibile trasferimento alla Juve ancora non totalmente da escludere (anche se ad oggi è molto difficile).

Galliani difende Wanda e Icardi

Tante, insomma, le questioni attorno al triangolo Icardi-Inter-Wanda. Il mondo calcistico e non solo è spesso diviso, anche se buona parte delle colpe sono state spesso imputate a Wanda Nara, moglie-agente di Maurito.

Oggi Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan, ora dirigente del Monza in Serie C, ha preso le difese della coppia più discussa.

Intervistato da Il Corriere della Sera, Galliani ha riferito: “Tutto è stato amplificato dal maschilismo che governa il mondo del calcio. Se parla Wanda si scatena un uragano, ma se grandi agenti come Mino Raiola o Jorge Mendes avessero gli stessi comportamenti nessuno avrebbe nulla da eccepire. Icardi peraltro è fortissimo, se potessi lo prenderei subito”.