Home Milan News Romagnoli, un altro anno da capitano e leader del Milan

Romagnoli, un altro anno da capitano e leader del Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:03

Alessio Romagnoli confermatissimo dal Milan. Il capitano rossonero è pronto ad essere ancora il leader della squadra ora affidata a Marco Giampaolo.

Alessio Romagnoli AC Milan
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Al Milan non è mai stata messa in dubbio la permanenza di Alessio Romagnoli. Nonostante qualche voce di inizio estate sull’interessamento di alcune squadre, il club rossonero ha da subito blindato il proprio difensore.

Il centrale cresciuto nella Roma non è mai stato considerato sacrificabile dalla dirigenza. Anzi, è sempre stato ritenuto uno degli elementi dai quali ripartire per riportare in alto il Diavolo. E non poteva essere diversamente, visto che Romagnoli è il capitano oltre che la colonna della difesa.

Romagnoli capitano e leader: riparte da Udinese-Milan

Il caso vuole che domenica sia Udinese-Milan la partita di esordio in campionato. Nella scorsa stagione fu lui a decidere tale sfida con un gol al 97′. Un gol molto importante per la squadra allora allenata da Gennaro Gattuso, era il 4 novembre 2018 e dopo quel match non ha realizzato altre reti. Tuttavia, come ricordato dal quotidiano Tuttosport oggi, Alessio ha proseguito positivamente il proprio percorso di crescita.

La stagione trascorsa con Leonardo Bonucci affianco lo aveva aiutato a maturare e quella 2018/2019 da nuovo leader sia della difesa che dello spogliatoio lo ha consacrato. Adesso Romagnoli vuole ripetersi e migliorare ulteriormente. Marco Giampaolo fa grande affidamento su di lui, conosce perfettamente la sua importanza nel gruppo sia in campo che fuori.

Romagnoli dovrà essere bravo a crescere ancora a livello di leadership, il Milan ne ha bisogno. Ci sono tanti giovani in organico e diversi nuovi giocatori che hanno bisogno di una guida. Oggi il suo partner al centro della difesa è Mateo Musacchio, che conosce ormai dal 2017. Ma non è escluso che col tempo il neo-arrivato Leo Duarte possa scavalcare l’argentino nella gerarchia.

La fascia da capitano comporta grandi responsabilità e Alessio se le prende tutte, pronto ad essere un leader e un esempio per i propri compagni. Questa stagione può consacrarlo ulteriormente ad alti livelli, nella speranza che il Milan riesca a qualificarsi in Champions League consentendo a un calciatore della sua caratura di poter finalmente giocare nel palcoscenico più ambito.

Milan, oggi l’agente di Laxalt incontra l’Atalanta: chiusura probabile