Milan-Maldini, addio pacifico. Patto d’uscita con Elliott 

Milan, è oramai confermato l’addio di Paolo Maldini. Ma questo, come assicura il CorSera, non sarà burrascoso come quello di Zvonimir Boban. Elliott, infatti, ha avanzato un’offerta di uscita al Dt rossonero. 

Paolo Maldini Stefano Pioli
Paolo Maldini e Stefano Pioli (©Getty Images)

Non solo Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic: anche il Dt Paolo Maldini dirà addio al Milan a fine corsa. Come infatti riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, difficilmente il direttore tecnico rossonero accetterà la proposta prospettata dall’Ad Ivan Gazidis nei giorni scorsi.

L’arrivo di Ralf Rangnick, infatti, come ormai noto da tempo, non si limiterà solo alla panchina ma anzi allargherà le proprie responsabilità anche sull’area tecnica. Una scelta che stride con le legittime ambizioni dell’attuale dirigente milanista. Tuttavia – assicura il quotidiano – il suo addio non sarà traumatico come è avvenuto con Zvonimir Boban.

Il motivo? Una precauzione presa da Elliot. La proprietà – svela il CorSera – gli ha garantito il pagamento dell’intero stipendio anche il prossimo anno, strategia seguita per scongiurare una potenziale causa per demansionamento. Una soluzione che aggrada la leggenda rossonera, ormai intenzionato nel dire addio per diversità di vedute.

Interrogato sull’argomento nel pre partita di Napoli-Milan, Maldini non si è detto affatto pentito di quelle doppie bocciature pubbliche per l’idea Rangnick: “Sì, ripeterei quei concetti sinceramente. Non era una frase contro una persona ma contro una modalità”. Nessun riferimento diretto, invece, sul suo futuro.

LEGGI ANCHE: IBRAHIMOVIC FA INFURIARE ELLIOTT: IL MOTIVO