Rebic, il Milan vuole allungare il prestito: i dettagli

La strategia del Milan per trattenere ancora Ante Rebic, senza però spendere i soldi per il riscatto. Un’idea che riguarda anche André Silva.

Rebic prestito prolungato
Ante Rebic (©Getty Images)

Nelle ormai nuove e consolidate gerarchie del Milan c’è spazio anche per Ante Rebic. L’attaccante croato è divenuto un intoccabile, un elemento a dir poco determinante grazie agli 11 gol segnati da gennaio ad oggi.

I rossoneri vogliono trattenerlo. Il suo contratto di prestito dall’Eintracht Francoforte scadrà a giugno 2021, ma c’è la volontà di proseguire assieme anche oltre. Secondo la Gazzetta dello Sport il Milan avrebbe pensato ad un modo per blindare Rebic senza riscattarlo del tutto.

L’idea è quella di allungare il prestito sia di Rebic al Milan che di André Silva all’Eintracht. Una sorta di ‘leasing‘ per i due attaccanti, che prima di tutto dovranno rinnovare fino al 2023 i rispettivi contratti. Poi successivamente vedrebbero prorogare l’accordo a titolo temporaneo di un altro anno, sino al 30 giugno 2022.

Una soluzione parziale che però può agevolare l’ingaggio a titolo definitivo di Rebic, sperando che il Milan tra due estati abbia maggiori disponibilità e libertà economiche sul mercato.

Nel frattempo Stefano Pioli studia come sostituire Rebic nei turni preliminari di Europa League. Il croato dovrà scontare tre turni di squalifica e dunque salterà la fase iniziale della coppa.

LEGGI ANCHE -> DIFESA MILAN: CHI ENTRA E CHI ESCE