Calhanoglu, l’agente vede Maldini: possibile fumata bianca, i dettagli

Il rinnovo di Hakan Calhanoglu sta facendo attendere tifosi e società. L’aumento dell’ingaggio è l’ostacolo principale, ma il Milan ha le idee chiare. Dopo il derby summit decisivo con Stipic

Rinnovo contratto Calhanoglu Summit agente
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Il Milan e la sua dirigenza sono alle prese con i rinnovi contrattuali. Una bella gatta da pelare in un periodo del genere, per lo più con gli agenti dei calciatori a puntare a richieste assurde dal punto di vista economico.

Aspetto ostacolante che abbiamo visto e continueremo a vedere nella trattativa tra Mino Raiola e la dirigenza rossonera per il rinnovo di Gigio Donnarumma. Non da meno è anche il dialogo in corso per il rinnovo contrattuale di Hakan Calhanoglu.

I due rossoneri citati andranno in scadenza tra qualche mese, e a tutt’oggi i mancati rinnovi cominciano un pò a far preoccupare, data l’importanza tecnica di Gigio e Hakan nel Milan.

Riguardo al trequartista turco qualcosa sembra muoversi, rispetto alla trattativa per Donnarumma che appare invece più complicata. Le novità sul rinnovo contrattuale di Hakan ci arrivano dal Corriere dello Sport, che nella sua edizione odierna ha parlato di quando avverrà il prossimo e forse decisivo incontro tra l’agente del turco, Gordon Stipic, e la dirigenza di Via Aldo Rossi.


Leggi anche:


Summit programmato dopo il derby

Secondo gli aggiornamenti riportati dal Corriere dello Sport, Stipic incontrerà Maldini e Massara la prossima settimana, quando sarà già stato disputato il derby di campionato. Il noto quotidiano sportivo fa trapelare una certa positività per l’incontro, quasi a sottolineare che la fumata bianca dovrebbe essere molto vicina.

Il passaggio chiave riguarderà l’adeguamento dell’ingaggio. Il Milan offre un aumento di 1,5 mln di euro; dai 2,5 mln percepiti attualmente dal Calha, si passerebbe quindi ai 4 mln di euro a stagione. Offerta della società che però non convince Stipic, che anzi chiede un adeguamento ad almeno 5 mln di euro.

Il Milan è certo che non si lascerà convincere, in quanto è stato fissato un tetto ingaggi massimo di 4 mln a calciatore; politica economica della società presieduta da Elliott e mirata ad una sostenibilità economica a lungo termine.

Ma non c’è più tempo da perdere, le due parti dovranno trovare presto un compromesso. Il rinnovo prevede un allungo di contratto sino al 2025.