Calemme: “Theo Hernandez per sempre. Vazquez e Isco nomi da Milan”

Da Theo Hernandez a Brahim Diaz, passando da Castillejo, Vazquez e Isco, tanti i temi trattati con il collega Mirko Calemme, esperto di mercato spagnolo, intervistato da MilanLive.it

Mirko Calemme
Mirko Calemme

Il Milan è alle prese con i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu ma Maldini e Massara sono pronti a rafforzare la squadra con nuovi innesti. Attenzione all’asse Milano-Spagna, che può tornare a riscaldarsi, sia in entrata che in uscita. In questi giorni si è parlato parecchio di un possibile addio di Castillejo, direzione Liga, e tra i sostituti è torna con forza il nome di Vazquez.

Uno dei più grandi colpi targati Maldini è sicuramente Theo Hernandez ma dalla Spagna è arrivato, la scorsa estate, anche Brahim Diaz.

Noi di MilanLive.it per capire cosa bolle in pentola tra Milano e Madrid, abbiamo avuto il  piacere di parlare con Mirko Calemme, giornalista di Calciomercato.it e Diario AS, che di recente ha intervistato proprio il terzino sinistro dei rossoneri. Si è parlato di lui e di tanto altro.

 Calciomercato Milan, il punto su Castillejo e Brahim

Quali sono state le tue sensazioni nell’intervistare Theo? Hai percepito il suo amore per il Milan? Da cosa pensi possa nascere questo legame con i colori rossoneri?

Mi è sembrato molto netto nel voler ribadire la volontà di restare al Milan, per sempre. Ha usato questa battuta. Credo che questo legame nasca dal fatto che il Milan gli ha consentito di esprimere quasi tutto il suo potenziale. Lui sa che deve ancora migliorare ma il vero Theo Hernandez si è visto in rossonero. Per la prima volta, come ha ribadito nell’intervista, ha sentito totalmente la fiducia del club e dell’allenatore soprattutto. Il rapporto con Pioli è straordinario. Questo lo fa sentire a suo agio, in un club che ha un fascino unico, in una città in cui si trova benissimo e in un campionato importante. Theo ha trovato la sua dimensione a Milano, sta bene e sogna di restarci per molto tempo e di giocare la Champions League con i colori rossoneri, che è l’obiettivo di questa stagione“.

Parlando un po’ di mercato e dei possibili affari sull’asse Milano-Spagna. Sappiamo che Castillejo è poco propenso a lasciare il rossonero. Cosa potrebbe fargli cambiare idea? Quanto sono reali le voci che vogliono Valencia, Siviglia e Atletico sulle tracce del giocatore?

Castillejo piace a diversi club spagnoli. Per quanto ne so, lui ha sempre rifiutato la cessione perché al Milan ta benissimo. Non penso che le cose siano cambiate, vedremo come finirà la stagione e quali offerte reali arriveranno, anche perché una cosa è l’interesse, altro sono le offerte concrete. Vedremo le proposte economiche che verranno fatte al Milan e si valuterà… E’ uno di quelli che comunque vorrebbe resta a lungo al Milan“.

Anche grazie alla presenza di Paolo Maldini, i rapporti tra Real e Milan sono davvero ottimi. Pensi che possano nascere nuove trattative tra i due club? Brahim Diaz è destinato a far ritorno nella Capitale?

I rapporti tra Milan e Real Madrid sono ottimi e sicuramente possono nascere nuove trattative in futuro. Brahim? Io credo che il Milan farà un tentativo per tenerlo un altro anno, anche perché con la Champions League ci vorrà un calciatore con il suo talento. Il giocatore, comunque, non credo che possa essere un titolare al Real la prossima stagione, anzi. La situazione ideale per tutti potrebbe essere un altro anno di prestito. Per quanto ne so se il Real non ha mai aperto al diritto di riscatto perché punta in futuro su Brahim Diaz. Ricordiamo che per lui è stato fatto un grande investimento. E’ probabile che se il Milan vorrà, l’eventualità di un altro anno di prestito potrebbe essere valutata sia dai blancos che dal calciatore stesso. Brahim e Real, ribadisco, contano di ritrovarsi più avanti e il diritto di riscatto è stato escluso proprio per questo“.

Che possibilità ci sono di vedere Lucas Vazquez in maglia rossonera? Isco può essere considerata ancora una possibilità?

Vazquez e Isco sono nomi da Milan, per il secondo serve un investimento più importante ma dipende da come finisce la stagione del Real Madrid e da chi lo allenerà, cosa che ancora non sappiamo. Non è escluso che Zidane lasci con un anno di anticipo e in quel caso si aprirebbero nuovi scenari. Su Lucas credo che ci sia un interesse, vedremo se si trasformerà in una trattativa. E’ un profilo che piace e credo che farebbe molto bene in Serie A“.

Chiudiamo con il tormentone Donnarumma. Quali sensazioni hai in merito alla vicenda? Una destinazione spagnola è totalmente da escludere?

“Il Real è stato sempre molto attento alla situazione Donnarumma e sicuramente lo è ancora adesso. La sensazione che ho è che lui non voglia assolutamente perdersi la prima stagione in Champions League, con la sua squadra del cuore. Questo elemento, credo, che lo porterà a restare al Milan per un’altra stagione e poi vedremo… Se dovesse liberarsi a zero, per assurdo – mi auguro che non accada – il Real si interesserebbe a Donnarumma ma non è una notizia visto che qualsiasi club al mondo si interesserebbe a Gigio a parametro zero“.