Florentino Perez: “La Super League salverà il calcio. Abbiamo perso 5 miliardi”

L’intervista di Florentino Perez a El Chiringuito sulla Super League, il presidente del Real Madrid spiega le ragioni di questa iniziativa

Florentino Perez
Florentino Perez (©Getty Images)

Florentino Perez è intervenuto questa sera a El Chiringuito per parlare ovviamente della Super League, la nuova competizione voluta da 12 club fondatori (fra cui anche il Milan). Il numero uno del Real Madrid è anche il presidente di questa nuova lega e ha parlato così di questo torneo e degli obiettivi: “Con la Super League al posto della Champions potremo coprire le perdite dovute alla crisi. I club più importanti d’Europa devono trovare una soluzione alla brutta situazione che stiamo vivendo. Noi al Real Madrid abbiamo perso molti soldi e siamo in una condizione critica. Quando l’unica fonte di profitto è la tv, devi trovare il modo di cambiare e l’unica soluzione è giocare più partite competitive durante la settimana e attirare più interesse. La Super League salverà finanziariamente tutti i club. Tutti hanno detto che è una Lega per ricchi, ma non è così”.

Florentino spinge molto sull’idea che il calcio deve adattarsi ai tempi che corrono: “Il calcio deve evolversi, come tutto. Stiamo perdendo appeal e dobbiamo adattarci ai tempi e rispondere alle nuove domande. Il calcio è globale, ma abbiamo avuto modo di ragionare sul fatto che giovani hanno perso interesse per il calcio. Questo succede perché ci sono tante partite poco interessanti. Esistono nuovi modi per vedere le partite, nuove piattaforme. Abbiamo il dovere di rendere più attrattivo questo sport”.

Una rivelazione anche su altri inviti e poi la bordata al Psg: “Abbiamo invitato anche la Roma, il Porto, l’Ajax e i paraguaiani dell’Olimpia. Psg? Oggi chi può spillare 355 milioni? Non siamo tutti sceicchi”. Poi le trattative prossime con l’Uefa: “Ora dobbiamo discutere con la Uefa per i 5 posti a disposizione nella Super League. Loro hanno lavorato al nuovo formato della Champions ma non lo capisco. La Uefa è un monopolio ma deve essere più trasparente. Il calcio è in grave pericolo e noi vogliamo salvarlo nei prossimi 20 anni. Con la Super League guadagneremo molto di più. Se contiuiamo così, entro il 2024 saremo morti”.

Florentino Perez ha poi rassicurato i calciatori sulla questione Nazionali e soprattutto sull’esclusione dai campionati: “Nessun club verrà estromesso“. Inoltre, secondo lui non c’è alcun pericolo che il Real, il City, il Chelsea, l’Arsenal e il Manchester United verranno cacciate via dall’attuale Champions ed Europa League: “Sono sicuro che questo non succederà“.