Ibrahimovic contro la Juventus: presenze e gol con il Milan

Zlatan Ibrahimovic ritrova la Juventus, club che la ho portato in Serie A e con il quale ha ottenuto le prime vittorie in Italia. Le statistiche da avversario 

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Come Baggio, Pirlo, Vieri, Bonucci, Vieira, Davids o Aldo Serena. Zlatan Ibrahimovic è l’unico calciatore ancora in attività ad aver indossato le maglie dei tre club più prestigiosi di Serie A ovvero Milan,Inter e Juventus. E’ stato proprio il club bianconero a portarlo in Italia negli ultimi giorni di mercato dell’estate 2004, prelevandolo dall’Ajax che ne aveva precedentemente trattato il trasferimento al Lione. Con Fabio Capello in panchina, i primi trionfi di Zlatan in Italia con due scudetti, uno dei quali revocato (nella stagione 2005-06), prima del passaggio all’Inter con i bianconeri retrocessi in Serie B e il successivo approdo al Milan nell’estate 2010.

Rispetto a Del Piero, Buffon, Nedved e Trezeguet, Ibrahimovic ha rifiutato di scendere in B nel 2006, una scelta calcisticamente condivisibile ma che i tifosi bianconeri, in quegli anni, non gradirono affatto. Dal canto suo, da avversario della Juve, in Serie A e Coppa Italia, Zlatan è stato piuttosto tenero rispetto ad altre squadre affrontato in campionato che possiamo considerare come vittime privilegiate dello svedese.


Leggi anche 


Ibrahimovic contro la Juventus, lo score da avversario

Nei due anni all’Inter, Ibra ha affrontato 4 volte i bianconeri in campionato con zero gol all’attivo, una vittoria, due pareggi e una sconfitta tra 2007 e 2009, annate in cui i nerazzurri allenati da Mancini vinsero due Scudetti con Zlatan protagonista prima del trasferimento al Barcellona nello scambio con Eto’o.

Con la maglia del Milan, sono sette i precedenti di Ibrahimovic contro la Juventus tra campionato e Coppa Italia distribuiti nelle due esperienze in rossonero. Nella stagione 2010-11 quella dello Scudetto con Allegri, lo svedese va a segno per la prima volta contro la ex squadra nella sconfitta per 1-2 all’andata a San Siro con il colpo di testa che fissa il risultato finale. Al ritorno, suo l’assist per il gol di Gattuso che avvicina i rossoneri al Tricolore dopo la vittoria 0-1 all’Olimpico di Torino.

Nell’annata seguente, il 2011-12, Ibrahimovic debutta allo Stadium con il Milan ko 2-0 contro la prima Juve di Conte, futura campione d’Italia. Nel match di ritorno, quello dell’arcinoto gol non assegnato a Muntari, Ibrahimovic era assente per l’espulsione rimediata contro il Napoli a causa dello schiaffo rifilato ad Aronica.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

In quella stagione, il Milan ha affrontato altre due volte la Juve, nella semifinale di Coppa Italia. Novanta minuti per Ibra all’andata con l’1-2 per i bianconeri con doppietta di Caceres. Nella semifinale di ritorno, lo svedese, non al meglio, resta in campo per un tempo con il Milan che trascina la sfida ai supplementari grazie ai gol di Mesbah e Maxi Lopez. Sarà poi una bordata di Vucinic ad eliminare gli uomini di Allegri, fuori con il 2-2 finale.

Dal 2012, Ibrahimovic tornerà a fronteggiare la Juventus 8 anni dopo, nel febbraio 2020, di nuovo in Coppa Italia e sempre in semifinale. A San Siro, all’andata, finisce 1-1 con i gol di Rebic e Cristiano Ronaldo, quest’ultimo su un dubbio rigore concesso per  tocco di braccio di Calabria. Nel corso del match, Ibra rimedia un’ammonizione per una gomitata rifilata a De Ligt e salterà, per squalifica, il match di ritorno a giugno terminato 0-0 allo Stadium, la prima partita disputata in Italia dopo la fine del primo lockdown per il Covid-19.

Un mese dopo quella partita, il secondo gol segnato da Ibrahimovic alla Juventus nel 4-2 in rimonta di luglio. Il rigore dello svedese ha avviato la risalita rossonera dallo 0-2 completata poi da Kessie, Leao e Rebic. All’andata, lo scorso 6 gennaio, Ibra era assente per infortunio.