Castillejo, niente CSKA: pronto il piano per gennaio

Il giornalista Carlo Pellegatti ha fatto il punto attorno alla situazione di Samu Castillejo, attualmente nei radar del CSKA Mosca 

Samu Castillejo
Samu Castillejo (©Getty Images)

Continua a tenere banco la discussione attorno alla cessione di Samuel Castillejo. Lo spagnolo, non è una novità, è in vendita in quanto rappresenta un esubero della rosa di Stefano Pioli. Maldini e Massara hanno passato l’estate a cercare una sistemazione all’ala destra originaria di Malaga, ma diverse problematiche ne hanno impedito la cessione.

Negli ultimi giorni si è fatta calda la voce che accosta Castillejo al CSKA Mosca, club russo che ha mostrato un alto interesse per il giocatore. Il dialogo con il Milan ha fatto il suo corso, ma adesso la trattativa ha subito un forte rallentamento. Il motivo è puramente legato alla formula per la cessione del giocatore. Il CSKA vorrebbe lo spagnolo in prestito secco, il Milan ha puntato forte sul prestito oneroso a 1 milione di euro con diritto di riscatto fissato a 7 milioni.

Ecco che adesso la trattativa è in stallo e lo scenario più probabile è che alla fine Samu rimanga in rossonero almeno fino a gennaio. Il calciomercato russo si chiuderà domani, ed è difficile pensare che il dialogo possa sbloccarsi nelle prossime ore con il CSKA pronto a rilanciare nell’offerta. Una supposizione che trova conferma nelle parole del giornalista ed esperto in ambito Milan, Carlo Pellegatti.

Pellegatti: “Castillejo dirà no al CSKA Mosca”

Il giornalista di fede rossonera, Carlo Pellegatti ha parlato in suo video YouTube della ormai improbabile cessione di Samu Castillejo. Queste le sue parole sulla questione: “Non ho ancora certezza, ma Castillejo dovrebbe proprio dire di no al CSKA Mosca. Ormai manca un giorno, il mercato russo chiude il 7 di settembre quindi non credo che domani la situazione potrà improvvisamente verso il suo addio al Milan. In questo momento il no (rimango a Milano) propende sul si (ovvero vado a Mosca). Lo dico sereno, perché Castillejo è pur sempre un giocatore in più nella rosa del Milan. Una rosa che ha bisogno di tutti. Saranno tre mesi infernali e nello stesso tempo meravigliosi. E Castillejo è un giocatore che si impegna sempre, che fa gruppo e che ha realizzato anche dei bei gol. È una pedina assolutamente da rispettare. C’è il mercato di gennaio e verrà probabilmente rimesso in vendita in quel periodo”.