Spezia-Milan, Pioli: “Grande vittoria. Daniel Maldini è un talento”

Pioli Stefano
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli al termine di Spezia-Milan si è concesso ai microfoni di DAZN per commentare la vittoria ottenuta allo stadio Alberto Picco.

Queste le prime parole dell’allenatore rossonero dopo i 3 punti ottenuti: «Stanno lavorando bene per la squadra i nostri trequartisti, difficile fare meglio. Partita complicata, seconda partita in pochi giorni contro un avversario che gioca bene. Grande vittoria, dobbiamo vincere anche quando non rendiamo al 100% e questo significa avere grande forza mentale».

Pioli ribadisce la personalità dei suoi ragazzi: «Alleno una squadra giovane, ma loro ci credono. Non dobbiamo perdere umiltà, la squadra lavora con sacrificio e si sente in grado di fare bene, sopportando certe pressioni. Le aspettative sono aumentate, ma l’atteggiamento che vedo dà fiducia».

Il tecnico del Milan ancora sulla crescita di Daniel Maldini: «Daniel ha talento, tecnica e vede il gioco, si sa inserire. Credo che debba essere più rapido e intenso nello smarcarsi. Quando recuperavamo palla serviva che si sfilasse di qualche metro dall’avversario. Deve crescere in questo soprattutto. Ha lavorato tanto, oggi ha giocato nel suo ruolo e ha attaccato bene l’area. Ha le qualità per darci soddisfazioni in futuro, può crescere».

Rosa più profonda, Pioli è più tranquillo anche se spera di avere tutti disponibili presto: «Non vedo l’ora di avere tutta la profondità, il club è stato bravo a darmi una squadra completa con tanti titolari. Ho tante soluzioni. Temevo questa partita, le dimensioni del campo non sono quelle adatte e non credo che sia corretto. In Serie A le misure del campo dovrebbero essere uguali per tutti. Importante che ci sia disponibilità. Tutti i ragazzi danno tutto, questa deve essere la nostra forza e dobbiamo alimentare questo spirito portandolo fino alla fine. Siamo stati forti mentali, imparare a vincere soffrendo significa che stai crescendo».

Commenti su Saelemaekers e Rafael Leao: «La posizione di Leao ci ha dato dei vantaggi. Da Alex mi aspetto tanto, può crescere molto in varie situazioni. L’occasione di Maggiore non dovevamo concederla, ovviamente quando si gioca si può sbagliare. Ci sono le qualità e il talento per fare meglio».