Atalanta in emergenza: Gasperini reinventa la difesa contro il Milan

Problemi in difesa per la squadra di Gian Piero Gasperini, che dovrà rinunciare a ben tre titolari domani sera.

Gasperini
Gian Piero Gasperini (©Getty Images)

Domani sera al Gewiss Stadium andrà in scena un altro match di grande importanza per i piani alti della classifica di Serie A. Il Milan sarà ospite dell’Atalanta, una sorta di scontro diretto tra due realtà di spessore del calcio italiano degli ultimi tempi.

Entrambe le formazioni si presenteranno all’appuntamento con diverse defezioni pesanti. Già note quelle del Milan, basti pensare al forfait di Zlatan Ibrahimovic. Ma anche in casa Atalanta non si scherza: il tecnico Gian Piero Gasperini dovrebbe fare a meno di ben tre difensori titolari.

Secondo le ultime informazioni di Tuttosport, sarà sicuramente out il terzino sinistro Robin Gosens, che resterà fuori per almeno 2 mesi dopo la lesione al bicipite femorale. In forte dubbio anche i centrali Rafael Toloi e Merih Demiral: entrambi sono usciti fisicamente malconci dopo il match di Champions League contro lo Young Boys.


Leggi anche:


Gasperini studia la soluzione: Koopmeiners in difesa?

L’Atalanta quanto meno ritroverà per domani José Palomino, il centrale argentino che era rimasto ai box nelle ultime settimane. Ovviamente la sua condizione atletica non sarà al top, dunque Gasperini sta cercando soluzioni alternative per la sua difesa a tre.

Oltre all’intoccabile Djimsiti potrebbero esserci dunque sorprese. Il tecnico atalantino potrebbe lanciare dal 1′ minuto il neo acquisto Matteo Lovato, ex centrale del Verona che piaceva in passato anche il Milan. Oppure il giovanissimo Giorgio Scalvini, classe 2003 che a detta di Gasperini sarebbe già stato indicato come il “nuovo Bastoni”.

Ma l’opzione più singolare riguarda un cambio di ruolo a sorpresa: l’Atalanta potrebbe affrontare il Milan con l’olandese Teun Koopmeiners da centrale difensivo. Il mediano ex AZ in patria ha già giocato in tale ruolo e potrebbe essere riproposto da libero anche domani sera, sfruttando la sua fisicità e la possibilità di costruire dal basso.