Kjaer si opera: Maldini e Massara a lavoro

Il Milan è chiamato a sostituire Simon Kjaer. Il difensore danese potrebbe aver chiuso la sua stagione. I tempi di recupero saranno comunque lunghi e un nuovo centrale è indispensabile 

All’interno dei quotidiani sportivi in edicola stamani, inevitabilmente, il tema principale è Simon Kjaer. Il difensore danese, come purtroppo, ormai, è ampiamente noto, si sottoporrà ad intervento in artroscopia per riparare il danno legamentoso del ginocchio sinistro.

Simon Kjaer
Simon Kjaer (©LaPresse)

Il recupero non sarà certo in tempi brevi e il rischio che la stagione sia davvero finita è alto. Non resta che attendere l’operazione senza lanciarsi in previsioni ma è ovvio che il Milan è chiamato a muoversi sul mercato per trovare un sostituto all’altezza. I nomi per il colpo in difesa sono già stati nella giornata di ieri e sostanzialmente sono gli stessi.


Leggi anche:


Doppia pista

Secondo il Corriere dello Sport, il nome alla portata del Milan sarebbe quello di Bremer. I rapporti col Torino sono ottimi e il contratto in scadenza il 30 giugno 2023 potrebbe permettere al club rossonero di non sborsare una cifra altissima. Non è chiaro però se il Milan vorrà decidere di giocasi la carta Pobega che anche ieri ha dimostrato di essere in costante crescita.

Tuttosport, invece, sostiene che Bremer possa essere un obiettivo più per giugno e che il primo nome sulla lista è quello di Caldara, che sta facendo bene con la maglia del Venezia. Il club lagunare ha un diritto di riscatto fissato a 4 milioni di euro e trovare una soluzione per riportarlo alla base non dovrebbe essere complicato.