Milan-Inter 0-0, le pagelle: Bennacer dominatore. Pessimo ingresso di Rebic

Milan-Inter 0-0, le pagelle: grandissima prova di Florenzi, Theo e Leao solo fiammate. Bennacer domina in mezzo al campo, Kessie ancora bocciato

La gara inizia con l’Inter che prova a fare la partita, girando palla, ma trovando il Milan ben messo in campo che con il passare dei minuti prende in mano le redini del gioco. I rossoneri arrivano prima sulle seconde palle, ripartono e scippano, ma non riescono ad andare in vantaggio. L’occasione più grande è sui piedi di Saelemaekers, che riceve dopo una palla persa da Brozovic in area, ma il suo tiro è troppo su Handanovic. Pochi istanti dopo ancora un’occasione, con Theo Hernandez che taglia il campo centralmente e si presenta in area, ma con il piede debole strozza troppo la conclusione.

Milan-Inter
Milan-Inter (LaPresse)

I rossoneri continuano il dominio della gara anche nella seconda frazione, che però si chiude ancora a reti inviolate. La palla migliore è ancora per Saelemaekers, che servito da Giroud non riesce a trovare il gol da dentro l’area di rigore. Uno zero a zero che permetterà al Milan di giocare la gara di ritorno con due risultati disponibili su tre.


Milan-Inter, le pagelle

Maignan 6: Salva sul retropassaggio rischioso di Florenzi con un’uscita fulminea che quasi gli costa un infortunio. Sicuro per tutta la partita in uscita e anche nel fraseggio con i piedi.

Florenzi 6,5: Prezioso sia in marcatura su Peresic che in avanti, dove duetta bene sulla fascia destra con Saelemaekers. Grandissima prova in fase difensiva (Calabria 81′ sv)

Tomori 6,5: Gara aggressiva come suo solito, stavolta concentrato e duro in anticipo, non sbaglia niente e respinge tutti gli attacchi interisti.

Romagnoli 6: Un ottimo inizio gara del capitano, che dopo tanti buoni interventi lascia il campo per infortunio (Kalulu 20′ 6,5: ingresso a freddo ma di grande personalità del giovane centrale, che non fa rimpiangere assolutamente Romagnoli).

Theo Hernandez 6,5: Tanti buoni affondi palla al piede, sfiora il gol con una delle sue transizioni.

Kessie 5: Altra partita abbastanza anonima la sua, mai lucide le sue giocata in impostazione, meglio in fase di contenimento dove non soffre mai l’avanzata avversaria.

Bennacer 7: Grande lucidità, tante chiusure nell’1 contro 1, ottima gestione della palla in regia. Dominatore assoluto del centrocampo, per tutti i novanta minuti strappa palloni e fa ripartire la squadra.

Saelemaekers 6: Più vivo e pericoloso rispetto alle precedenti uscite, a volte troppo impreciso nei cross, ha la palla dell’1-0 sul destro ma spreca sparando addosso a Bastoni (Messias 66′ sv).

Krunic 5,5: Bene in fase di contenimento, completamente inconcludente palla al piede. Le sue giocate migliorano nel secondo tempo, rispetto a una prima frazione piena di imprecisioni ( Brahim Diaz 66′ 6: nel breve tempo a disposizione riesce a regalarsi qualche fiammata, facendo ripartire bene la squadra).

Leao 6,5: Più di una fiammata per il portoghese, che crea il solito pericolo con le sue accelerazioni, ma è spesso poco lucido nell’ultimo passaggio o in conclusione (Rebic 66′ 4,5: entra molto svogliato il croato, che si fa vivo in avanti ma spreca ogni pallone giocato in area, non riuscendo a dare quella scossa che ci si aspettava).

Giroud 6: Servito pochissimo nel primo tempo, bella e intelligente la sponda per Saelemaekers a inizio secondo tempo. Nessuna palla gol per la boa francese.