Romagnoli, appuntamento fissato: proposta in arrivo

Alessio Romagnoli è vicino ad una scelta per la sua carriera. A marzo dovrebbe andare in scena l’incontro decisivo per il futuro.

Uno dei calciatori del Milan attuale che più di tutti sta ancora valutando il proprio destino futuro è sicuramente Alessio Romagnoli. Un vero e proprio enigma riguarda ciò che il difensore farà da giugno in avanti.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©LaPresse)

Il numero 13 e capitano rossonero non ha ancora sciolto le riserve. Da una parte il suo desiderio sarebbe quello di restare a lungo al Milan, squadra in cui è cresciuto e nella quale milita ormai dal lontano 2015. Dall’altra starebbe valutando altre situazioni, visto il contratto in scadenza a giugno.

Il cruccio è economico. Il Milan ha proposto a Romagnoli un rinnovo a cifre più contenute, rispetto ai circa 5 milioni netti che il capitano percepisce dall’ultimo rinnovo siglato nel 2018. Il difensore avrebbe anche dato l’ok ad una decurtazione, ma senza esagerare.

Inserimento della Lazio: Lotito e Tare fanno sul serio

La novità su Romagnoli arriva oggi con l’indiscrezione di Tuttomercatoweb.com. Secondo il noto portale di calciomercato, il futuro del centrale di Anzio potrebbe decidersi già entro la fine di questo mese.

Infatti a metà marzo è previsto un incontro importante. Il suo entourage, capeggiato dall’agente Mino Raiola, si vedrà personalmente con la dirigenza della Lazio. La società biancoceleste sogna da tempo di portare Romagnoli nella capitale, a giocare nella squadra per cui fa il tifo da quando era bambino.

Claudio Lotito ed il suo d.s. Igli Tare fanno sul serio. L’incontro servirà per capire i margini di manovra della Lazio e le possibilità che Romagnoli prenda realmente in considerazione l’ipotesi del trasferimento. A breve arriverà dunque anche una proposta economica concreta, che dovrà essere consistente per convincerlo.

Il Milan è fermo all’offerta di 2,8 milioni netti a stagione, quasi la metà della cifra netta che Romagnoli percepisce attualmente. Una proposta che evidentemente non soddisfa il capitano, pronto a fare un sacrificio per il bene del Milan ma non fino a questo punto. La Lazio dovrà alzare la posta se vuole assicurarsi questo difensore classe ’95 a parametro zero.

Nella squadra di Maurizio Sarri, Romagnoli potrebbe far coppia difensiva con l’esperto Acerbi e sostituire di fatto il brasiliano Luiz Felipe, che avrebbe già accettato la corte del Betis Siviglia. Nel Milan del futuro rischia invece di avere un ruolo da comprimario, qualora in estate arrivasse Sven Botman dal Lille e anche Simon Kjaer tornasse a giocare a pieno ritmo.