Seedorf, la risposta ad Allegri gela tutti: “Non sono d’accordo”, Max è spiazzato – VIDEO

La critica dell’ex Milan all’allenatore dei bianconeri dopo l’eliminazione in Champions per mano del Villareal

Ieri sera la Juventus è stata eliminata dalla Champions League per opera del Villareal, con uno 0-3 piuttosto pesante. Con l’uscita di scena dei bianconeri, anche quest’anno tutte le italiane hanno lasciato la competizione con largo anticipo.

allegri seedorf

La sconfitta della Juventus ha fatto molto rumore e sono nate diverse critiche, alla squadra ma anche all’allenatore. Massimiliano Allegri è stato accusato infatti di esser stato poco coraggioso. Una accusa mossagli anche dall’ex centrocampista e allenatore del Milan, Clarence Seedorf. Queste le sue parole nel post match ai microfoni di Prime Video: “Nella Champions devi andare a prenderti il risultato, non puoi aspettare che le cose ti vengano regalate”.

L’ex rossonero ha poi proseguito nel suo ragionamento: “Quando hai qualche giocatore che può fare la differenza in panchina, direi che dopo i primi 20 minuti del secondo tempo cominci a pensare di inserire più qualità, anche per una questione mentale, per mandare un messaggio alla squadra: dobbiamo spingere di più per cercare questa vittoria. Questo è mancato. La Juve fa fatica a recuperare una volta che va sotto quindi deve cercare subito la vittoria. E’ un po’ pesante questa sconfitta.

La domanda di Seedorf ad Allegri

Successivamente è arrivato a parlare il tecnico della Juventus, che nonostante la sconfitta ha fatto i complimenti ai suoi giocatori per la prestazione, a suo dire positiva. A quel punto Seedorf è intervenuto sostenendo di non essere d’accordo con lui: Non sono tanto d’accordo che la squadra ha giocato bene. Nel primo tempo ha fatto una buona gara, ma nella ripresa non ha sfruttato al massimo le buone cose che ha fatto prima. Perché non insistere sulle fasce e far arrivare con più cambi gioco la palla a Cuadrado?”.

Allegri ha quel punto ha spiegato che l’atteggiamento del Villareal nella ripresa è stato rinunciatario: “Si sono messi in nove dietro la linea della palla e non salivano più”.