Francia, Giroud immortale: ad un passo dal record assoluto!

Olivier Giroud non si vuole fermare. L’attaccante del Milan va a caccia dal record assoluto anche con la Nazionale Bleus.

Forse peccherà di continuità in zona gol con il Milan. Ma di certo non si può tacciare di scarsa professionalità ed impegno Olivier Giroud. Un attaccante di quasi 36 anni che ha deciso di ripartire dalla Serie A dopo anni splendidi in Premier League.

giroud
Olivier Giroud con la Francia (©LaPresse)

I tifosi milanisti si sono innamorati del francese dopo il derby di ritorno, vera e propria svolta del campionato. Giroud ha segnato una doppietta nel giro di pochissimi minuti, ribaltando l’incontro e decretando la vittoria sull’Inter all’epoca ancora capolista.

Un calciatore che quando ha la possibilità, si fa sempre trovare pronto sotto porta. Ultimamente in campionato ha sbagliato forse qualche gol di troppo, ma le statistiche parlano chiaro. Giroud è il numero 9 migliore del Milan negli ultimi dieci anni, l’unico a riuscire ad annullare la maledizione del post Pippo Inzaghi.

Giroud a pochi centri dal primato di Henry

Non solo Milan. L’immortale Giroud continua a fare grandi cose anche con la sua Nazionale. Vista l’età ormai avanzata sembrava fosse uscito dal giro della sua Francia, invece il c.t. Didier Deschamps gli ha ridato fiducia, osservandolo fare ottime cose anche con il Milan.

Titolare nell’amichevole di venerdì contro la Costa d’Avorio, Giroud ha segnato su assist dell’altro milanista in campo Theo Hernandez. Un gol che rappresenta qualcosa di importante per il classe ’86. L’attaccante non segnava con i Bleus da giugno scorso (doppietta alla Bulgaria in amichevole) e ha aggiunto un tassello alle sue splendide statistiche.

Come sottolineato anche dal Corriere dello Sport, Giroud è sempre più vicino dal diventare il miglior marcatore della storia della Francia. Il rossonero è a sole 4 lunghezze dal recordman Thierry Henry, che ha realizzato in carriera 51 gol in Nazionale. Giroud è ora a 47 centri e vuole battere questo record prima di appendere gli scarpini al chiodo.

Se Deschamps dovesse dargli fiducia ancora, potrebbe riuscire nell’impresa anche prima della fine del 2022. Già martedì potrebbe avere una nuova chance nell’amichevole contro il Sudafrica. Nei mesi successivi scatterà la Nations League 2022-23 con le sfide a Danimarca, Croazia e Austria. Infine il tanto atteso Mondiale di Qatar, dove Giroud farà di tutto per esserci.

Uno stimolo in più per l’attaccante ex Arsenal e Chelsea, che darà il massimo anche in maglia Milan per dare uno sprint ulteriore alla sua splendida e vincente carriera. Tutte buone notizie per mister Pioli, che ha a disposizione un centravanti forte e dal sicuro affidamento, ancora lontano dal sentirsi solo un usato sicuro.